Crea sito
Tuttalativu.it

A maggio spazio al Giro d’Italia sulle reti #Rai: ecco l’ampio programma tra tv, streaming e radio

Comunicato stampa – Il sogno più grande, per un appassionato di ciclismo, è non perdersi nemmeno un metro delle sue corse preferite. Quest’anno, finalmente, il sogno diventerà realtà. La grande novità dell’edizione 2021 del Giro – che torna nella sua collocazione classica nel mese di maggio, dopo lo slittamento ad ottobre dell’anno scorso –  sarà infatti proprio la diretta no stop, dal primo all’ultimo km, dalla prima all’ultima tappa.

Grazie alla Rai che è Host Broadcaster dell’evento e a RaiSport, che con la direzione di Auro Bulbarelli e la supervisione giornalistica di Alessandro Fabretti offrirà senza soluzione di continuità, nei 21 giorni di gara, circa 180 ore di trasmissione, gli appassionati potranno gustarsi, live, per la prima volta nella storia della corsa rosa, tutti i 3500 km previsti dal percorso, senza perdere un solo colpo di pedale. Uno sforzo produttivo imponente, quello della Rai, che dedicherà al racconto del Giro due canali televisivi, Rai2 e Raisport+HD, la piattaforma OTT RaiPlay, che ospiterà le dirette e diverse rubriche dedicate, e sette trasmissioni specifiche. Un palinsesto che si aprirà al mattino con “Villaggio di Partenza” e proseguirà con “Prima Diretta”, “Giro in diretta”, “Giro all’arrivo”, il “Processo alla Tappa”, “TGiro” e “Giro notte”. Oltre alle dirette integrali l’altra novità è legata proprio al racconto della gara, che, per effetto dell’aumento esponenziale delle ore di diretta, vedrà raddoppiare le postazioni cronaca, con due telecronisti e due commentatori tecnici: fino alle 14.00 Andrea De Luca, su Raisport+HD, sarà affiancato da Marco Saligari, mentre dalle 14.00, in concomitanza con il passaggio su Rai2, sarà Francesco Pancani a raccontare le fasi decisive della corsa insieme con Giada Borgato: per la prima volta una donna, ex ciclista e già apprezzata commentatrice per Rai Sport, nelle classiche del 2020 e del 2021 sarà la voce tecnica del racconto. Stefano Rizzato sarà il cronista in moto, con un “collega” illustre, il CT della nazionale di ciclismo, Davide Cassani, che sarà invece l’occhio azzurro in corsa: il commissario tecnico viaggerà a bordo dell’altra moto cronaca e studierà corridori e tattiche, esponendole con la sua proverbiale competenza e capacità espressiva al grande pubblico.

Tante novità, insomma, per rendere ancora più accattivante e interessante la corsa a tappe più amata dagli italiani. Questo il palinsesto completo:
Villaggio di Partenza (Raisport+HD), un’ora prima del via di ogni tappa. La trasmissione, in onda su Rai Sport+HD, vivrà i 60 minuti che precedono la partenza di ogni tappa in tutti i suoi aspetti: l’eccitazione, l’emozione, le speranze e i timori dei corridori, l’atmosfera, i colori e i profumi del Villaggio allestito in prossimità del foglio firma, la cultura, la storia di quei luoghi, le tattiche, gli spunti e i possibili sviluppi della corsa. Condurrà Tommaso Mecarozzi, con Gigi Sgarbozza e con  collegamenti con Umberto Martini, che raccoglierà le voci dei protagonisti, e con Ettore Giovannelli.
Prima Diretta (Raisport+HD fino alle 14.00). E’ la trasmissione che ospiterà la grande novità offerta dalla Rai che, affidandosi a mezzi di produzione sempre più avanzati e performanti, sarà in grado di portare nelle case degli italiani e in tutto il mondo le immagini in diretta integrale di ogni frazione: un salto nel futuro, con i piedi saldi nella tradizione ultracentenaria del Giro. Per questo RaiSport ha deciso di investire anche sul piano del personale, aggiungendo una postazione cronaca a quella istituzionale. “Prima Diretta” potrà contare su uno studio con Antonello Orlando che presenterà la tappa in tutti i suoi aspetti e uno spazio commento con Andrea De Luca e Marco Saligari, che si avvarranno del supporto culturale di Fabio Genovesi, che interverrà per raccontare aneddoti e storie.
Giro in diretta e Giro all’arrivo (Rai 2 dalle 14.00 alle 17.15). Alle 14.00 in punto si cambia canale, si lascia RaiSport+HD e si passa su Rai 2. Francesco Pancani e Giada Borgato racconteranno, insieme con Fabio Genovesi, i circa 120 km conclusivi, quelli decisivi, con la preziosa collaborazione in corsa delle moto cronaca: quella di Stefano Rizzato e quella “tinta di azzurro” del CT della nazionale italiana, Davide Cassani. In vista di Giochi Olimpici di Tokyo, il commissario tecnico avrà un posto privilegiato per studiare caratteristiche e strategie dei ciclisti in gara, e il pubblico potrà così contare sulle analisi precise e puntuali di uno dei più competenti tecnici al mondo.
Il Processo alla tappa (Rai2, dalle 17.15 circa alle 18.00): subito dopo la conclusione della telecronaca, la linea passerà direttamente al palco dello storico “Processo”, da dove Alessandra De Stefano, insieme con Stefano Garzelli e Daniele Bennati, esaminerà la frazione appena conclusa, con i protagonisti della corsa, ciclisti, tecnici, giornalisti accreditati, ognuno con la propria tesi da difendere ed il proprio punto di vista. Tattiche di corsa e moviola in realtà aumentata, social e collegamenti esterni renderanno la trasmissione fruibile a tutti, appassionati e non.
TGiro (Raisport+HD, dalle 20.00): per chi non avesse potuto seguire la tappa in diretta, alle 20.00 andrà in onda una trasmissione che, in 45 minuti, riassumerà l’intera giornata. Interviste, cronaca e commenti, con Andrea De Luca e Marco Saligari.
Giro Notte (Raisport+HD): a mezzanotte, l’immancabile appuntamento con 45 minuti di pura adrenalina, per rivivere le emozioni della giornata. Antonello Orlando accompagnerà per mano i telespettatori, ricostruendo momento per momento le fasi salienti della tappa.
Giro Social: anche quest’anno RaiSport punterà molto sui social (Twitter, Instagram e Facebook, dove sarà possibile seguire l’arrivo in diretta): sarà una copertura totale. Sono previste dirette, rubriche inedite e numerosi appuntamenti quotidiani, che vivranno di una importante relazione con il pubblico, tesa a rendere il #GiroRai 2021 il più social di sempre.