Anche il #GFVIP può fare servizio pubblico: ieri grande pagina di informazione

Ieri sera al Grande Fratello Vip si è scritta una pagina di televisione molto importante. Giovanni Ciacci, come rivelato da lui qualche mese fa, è il primo concorrente sieropositivo. Parlare di Hiv in prima serata su Canale5, tra l’altro all’interno di un reality show, non era scontato e invece è successo.

Ciacci ha raccontato la sua storia, con semplicità e chiarezza, senza fraintendimenti, abbattendo l’ignoranza che dilaga in questo campo. Giovani e adulti, nipoti e nonni, laureati e meno istruiti: tutti hanno ascoltato e tutti hanno capito quanto detto.

Si tratta di vero e proprio servizio pubblico. Come ha detto Adriana Volpe, grande amica di Ciacci, intervenuta ieri sera, purtroppo in Italia c’è poca informazione e poca prevenzione su questo argomento. Averla fatta in questo modo è una grande cosa. Perché un reality è anche questo: litigi, dinamiche, emozioni, storie d’amore, nomination ma anche storie e informazione.

In tal senso va fatto un applauso anche alla Rai, che in estate ha mandato in onda Sex in seconda serata su Rai3, parlando per la prima volta di educazione sessuale e temi delicati.