Chi ha ucciso le nostre amate fiction? Chi è il maggiordomo? Quale indizio accomuna le vittime #OltreLaSoglia, #Montalbano, #iMedici e #IlProcesso?

Chi ha ucciso le nostre amate fiction? Chi è il maggiordomo?

Prendo spunto dall’ultima curiosità di questa sera. L’attento cinguettio del sempre ottimo @darkap89, compagno di avventure per tanti anni su BubinoBlog, ha attirato la mia attenzione. Nel tweet, un’immagine eloquente e sconvolgente al tempo stesso, che ci offre un indizio del delitto perpetrato.

Chi ha ucciso le nostre amate fiction? … Le vittime

Chi ha ucciso le nostre amate fiction? Chi è il maggiordomo?

La vittima “Il Processo”

Le restanti tre puntate del legal thriller “Il Processo”, che venerdì ha appassionato un esiguo numero di spettatori, si ritrova spalmato in due sole serate dalle 21.43 all’una di notte, come fosse un reality show. Ora, potrei elencare tanti buoni motivi per far capire quanto sia malsana una simile idea, probabilmente partorita prematuramente e mai finita in incubatrice. Ma mi basterà dire che NON sarà una serata a fare la differenza, al motto “chi lascia la strada vecchia per quella nuova, sa quel che lascia, ma non sa quel che trova” (La Papessa). Ma questo è solo l’ultimo colpo inferto alle nostre amate fiction.


Chi ha ucciso le nostre amate fiction? Chi è il maggiordomo?

La vittima “I Medici – Nel nome della famiglia”

In settimana, altra vittima illustre è la miniserie “I Medici – Nel nome della famiglia”, pratica archiviata in tutta fretta in sole due settimane. Qual è il senso, dopo mesi e mesi di repliche mal collocate, peraltro nella giornata di maggiore platea televisiva e in assenza del reality show del lunedì sulla rete concorrente? Preme sottolineare come l’ottimo lavoro svolto dalla produzione sarà vanificato dal tour de force chiesto allo spettatore. Forse non sarebbe stato meglio fare qualche replica in meno, dando il giusto risalto ad una costosa coproduzione internazionale che avrebbe potuto dare ancora qualcosa? Ricordo che il progetto de I Medici era ben più lungo di tre stagioni, ma immagino questa sia stata l’ultima.


La vittima “Oltre la soglia”

Prima ancora, è stata la volta della miniserie “Oltre la soglia”. Programmata in un periodo poco fortunato per Canale 5, anch’essa viene dirottata per sole due puntate alla domenica, anticipando in tutta fretta All together now. Peraltro quest’ultima produzione dovrà cambiare giorno dalla seconda puntata, dovendo andare a sostituire – ironia della sorte – lo show di Adriano Celentano. Non sarebbe stato più semplice lasciar terminare i due episodi regolarmente e far partire la Hunziker dopo Celentano? Ma soprattutto, alla luce delle difficoltà concrete di attecchire nel pubblico, non sarebbe stato meglio programmarle UNA PER VOLTA?


La vittima “Montalbano”

Infine la vittima più illustre, da anni usurata dall’abuso al motto “tanto farà benissimo… raccoglierà pubblico nuovo, vedrai!”, il cui utilizzo ha prima mortificato “Imma Tataranni” e ora “I Medici 3”. Non sarebbe più giusto lasciare che resti una serie evento e replicare cicli di dieci episodi diversi, dopo le due puntate inedite? E magari farlo di domenica, al posto di un certo sostituto procuratore di Matera che pare stia ora indagando sui crimini perpetrati.


Chi ha ucciso le nostre amate fiction? … Lo sviluppo del caso

Questi i casi delle 4 vittime illustri, uccise da qualcuno che ha sicuramente i giorni contati. Tataranni è un sostituto procuratore che sa il fatto suo, scrupolosa e attenta, sempre in prima linea, accompagnata dal fido Calogiuri. Certo che sconvolge scoprire come si è sviluppato l’efferato delitto. IL PROCESSO chiarirà come un ciclostile abbia colpito IL COMMISSARIO MONTALBANO gettandolo in mare, al punto da perdere il senno andando OLTRE LA SOGLIA. E a nulla è valso l’intervento de I MEDICI, che non hanno potuto far altro che constatarne il decesso.