Tuttalativu.it

Chiusura anticipata per la serie turca #BayYanlis con #CanYaman, il coprotagonista di #Daydreamer e #ÖzgeGürel, la protagonista di #CherrySeason

Chiusura anticipata per la soap turca #BayYanlis con #CanYaman, il coprotagonista di #Daydreamer e #ÖzgeGürel, la protagonista di #CherrySeason

Tre anni fa, con il successo della soap turca Cherry Season – La stagione del cuore (trasmessa su Canale 5 dal 6 giugno 2016 al 15 settembre 2017) è esploso un vero e proprio fenomeno, made in Turchia. Da lì altre due successi: Bitter Sweet – Ingredienti d’amore, andata in onda l’anno scorso, e Daydreamer – Le ali del sogno, partita a giugno e ancora in onda.

Chiusura anticipata per la soap turca #BayYanlis con #CanYaman, il coprotagonista di #Daydreamer e #ÖzgeGürel, la protagonista di #CherrySeason

Il fatto che Mediaset non l’abbia stoppata a settembre, come di consueto, ma abbia deciso di continuare a mandarla in onda ogni sabato e domenica la dice lunga sul successo che sta avendo. Le soap turche sono molto apprezzate qui in Italia, viste le trame e i protagonisti. I giovani seguono tutto in maniera impressionante, in tv, ma non solo, anche a costo di vedersi le puntate con i sottotitoli.

Chiusura anticipata per la soap turca #BayYanlis con #CanYaman, il coprotagonista di #Daydreamer e #ÖzgeGürel, la protagonista di #CherrySeason

A tal proposito parliamo di una nuova soap, ovvero Bay Yanlış (titolo internazione Mr. Wrong). La serie tv, prodotta da Fox Turchia e da Gold Film, è composta da 14 puntate. L’ultima andrà in onda, a sorpresa, venerdì 2 ottobre.

Parliamo di sorpresa perché tutti si aspettavano che la soap proseguisse con altri episodi e c’erano tutti i presupposti per una seconda stagione. Qualche giorno fa, però, la doccia fredda: l’emittente ha deciso di stopparla. Così la produzione è al lavoro per garantire un finale alla serie, totalmente inaspettato.

I fans hanno anche provato a far cambiare idea all’emittente con l’hashtag #SaveBayYanlis, ma non c’è stato nulla da fare. La domanda adesso è un’altra: la vedremo anche in Italia?