Tuttalativu.it

Dalle 12.45 in diretta su Rai 3 il tradizionale Concerto di Ferragosto sulle Alpi Cuneesi

Oggi, giorno di Ferragosto, la Rai propone un appuntamento molto interessante e piacevole, ovvero un concerto. Come da tradizione, trasmesso dalle alpi cuneesi. 

Un Concerto di Ferragosto nel segno del ricordo quello che taglia il traguardo della 40ᵃ edizione. Dalle folle da stadio nei pianori delle vette alpine del cuneese al più contenuto spazio del cortile del Castello di Casotto, a Garessio (Alta Val Tanaro), nel rispetto delle norme e della sicurezza. Una platea di soli 120 posti con i rappresentanti del personale sanitario delle regioni più colpite dal coronavirus e i sindaci del territorio. A ranghi ridotti anche l’Orchestra Bruni Città di Cuneo, diretta per il quarto anno da Andrea Oddone, di 31 elementi con solo archi, arpa e percussioni. L’evento, che come sempre Rai3 con lo Speciale della TGR trasmetterà in diretta oggi dalle 12,45, sarà così anche nelle immagini una fedele rappresentazione di quanto accaduto negli ultimi mesi e una doverosa riflessione su quanto accade in queste ore nella lotta al Covid. 

Per medici, infermieri e volontari di tutta Italia un dedica speciale con l’Elegia di Lorenzo Perosi, compositore tortonese, scelto per le sue origini, un richiamo anche alle zone del Piemonte che hanno pagato il prezzo più alto dell’epidemia. Il programma del concerto, tutto composto da repertorio italiano, inizia con un doveroso ricordo a Ennio Morricone con un tema tratto da C’era una volta in America, poi un giovanissimo Rossini, con una sonata a quattro, una fantasia dei più celebri temi di Nino Rota scritti per i film di Federico Fellini, e ancora quattro arie di musica italiana interpretate dal tenore Fabio Armiliato, noto al pubblico internazionale per le sue esibizioni alla Scala, al Metropolitan di New York e per aver interpretato sé stesso in un film di Woody Allen. 

Il Concerto aprirà una finestra anche su tutta la montagna italiana che prova a riorganizzarsi dopo il lockdown con i contributi dalle altre Redazioni Rai. La ripartenza nello speciale della Testata Giornalistica Regionale diretta da Alessandro Casarin, curato da Francesco Marino e condotto da Gabriele Russo e Chiara Pottini è sottolineata anche nella la scelta del luogo. L’evento sancisce infatti la riapertura al pubblico di questa Reggia Sabauda, incastonata a 1090 metri di altezza e nata sui resti di una antichissima certosa dopo 12 anni di lavori. 

Importante l’impegno TGR per l’evento: 35 persone tra tecnici operatori e giornalisti del centro di produzione e della redazione Rai di Torino, sette camere e un braccio cinematografico per offrire tutte le emozioni dell’appuntamento oramai classico di Ferragosto.

Comunicato stampa Rai