Tuttalativu.it

Diana Del Bufalo si racconta: “Mi piacerebbe condurre Sanremo. Reality? Forse Pechino Express” #CheDioCiAiuti6

Fiction Club · Che Dio ci aiuti 6 terzo appuntamento. Con protagonista Elena Sofia Ricci, in onda in prima serata su RaiUno

Diana Del Bufalo è un’artista a tutto tondo: il canto e la recitazione sono al centro del suo percorso, qualità che le hanno permesso di farsi strada nel mondo dello spettacolo, diventando una delle più conosciute e amate. La sua carriera è iniziata ad  Amici, per poi virare su film e fiction, senza però abbandonare la musica.

In queste ore ha rilasciato un’intervista a Fanpage con diversi spunti, anche sul suo futuro professionale. Ecco un estratto:

Su Che Dio ci aiuti dice“Abbiamo avuto tanti rallentamenti, facciamo tre tamponi a settimana, bisogna stare attenti anche perché noi attori giriamo senza mascherina e stiamo inevitabilmente vicini. Con la pandemia è tutto più stancante, l’aria è pesante e allora sul set c’è voglia di alleggerire la tensione”

Il personaggio di Monica“Che Dio ci aiuti l’ho sempre visto, la storia si era chiusa male e non doveva finire così. Volevo fare in modo che questa storia potesse concludersi. Quest’anno Monica è un personaggio più drammatico, ma non perde la sua leggerezza. Sono stata contenta, anche perché io non riesco a piangere”

Tematiche importanti“Secondo me la fiction funziona perché vengono affrontate tematiche così importanti che poi si riescono a raccontare con leggerezza, perché si risolve sempre tutto. Siamo molto seguiti dai giovani, le famiglie lo guardano insieme”

Condurre uno show? “Perché no? La conduzione è molto difficile, non c’è un’accademia per i conduttori, o sei molto capace a parlare o sennò è difficile. In tv non puoi sapere le cose a memoria perché tutto cambia, forse la conduzione di un game è più facile”

Sanremo“Mi piacerebbe condurlo, come a chiunque. Anche se sarei molto spaventata. Quando andai a promuovere Studio uno ero terrorizzata, quel palco è allucinante. Ci andrei, ma procedendo adagio”

Sulla situazione difficile“Passerà tutto questo, spero che tra un annetto potremo tornare alla normalità, che riaprano i teatri sopratutto, perché poi mi metti trecento triliardi di persone in un centro commerciale e non mi apre i teatri, che senso ha?

Sogni nel cassetto? “Sicuramente un film estero, un film americano d’azione. Sarebbe davvero fico farlo, vedermi vestita da agente segreto”

Un reality? “Il Grande Fratello non riuscirei perché non riuscirei a stare tutto il tempo con le telecamere puntate. Però forse altri sì, anche un Pechino Express