Tuttalativu.it

Dirigenti, giornalisti e conduttori Rai pronti ad aiutare il mondo dello spettacolo

L’emergenza sanitaria in Italia (e nel mondo) ha messo in seria difficoltà milioni di persone, migliaia di imprenditori e commercianti. Tra i settori in crisi c’è sicuramente quello dello spettacolo, visti i mesi di stop forzato e le numerose limitazioni per i prossimi mesi. Da qui l’idea di dirigenti, giornalisti, conduttori e impiegati della Rai, molti dei quali si sono resi disponibili a donare una parte del loro stipendio di maggio (tra l’1 e il 3 per cento).

Repubblica, che riporta la notizia, spiega che l’iniziativa è nata su proposta dell’ingegner Nicola Sinisi, che guida la Direzione Canone della televisione di Stato, ed è riuscita a coinvolgere i principali “profili” dell’azienda, tra cui spiccano i nomi di Bruno Vespa, Bianca Berlinguer, la direttrice di Rai Fiction Eleonora Andreatta, il direttore di Rai1 Stefano Coletta, il (nuovo) direttore di Rai3 Franco Di Mare, Andrea Vianello, Andrea Montanari e il direttore di RaiNews24 Antonio Di Bella. Il ricavato servirà a sostenere le aziende dell’indotto Rai che attualmente sono in grave crisi per il blocco improvviso subito dall’intero sistema produttivo. Tra i beneficiari dovrebbero rientrare cinema, teatri, studi di montaggio, cooperative di artisti e realtà il cui fatturato non supererebbe i 700.000, con una gestione interamente affidata al Ministero per i Beni Culturali.

Una bellissima iniziativa, che però al momento è bloccata: infatti 3 consiglieri d’amministrazione, ovvero Laganà, Borioni e Coletti, hanno sostenuto l’idea, ma la burocrazia interna alla Rai è purtroppo molto lenta e poco attenta a questo progetto che servirebbe a dare respiro a molte aziende.