Ecco gli effetti di lockdown e restrizioni sugli ascolti regione per regione

Le restrizioni decise dal nuovo Dpcm del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte hanno avuto notevoli effetti anche sugli ascolti, oltre che a livello economico e sociale. Grazie a un’analisi dell’Osservatorio StudioFrasi, possiamo osservare numeri interessanti riguardo andamento e cambiamenti.

Dalla foto in evidenza è possibile capire, ad esempio, che nella settimana 1 novembre – 8 novembre ad ogni ulteriore livello di allarme (le ormai famose zona gialla, zona arancione e zona rossa) c’è stata una crescita media di 5.2 punti percentuali.

L’analisi è ancora più dettagliata nella seconda immagine. E’ la Calabria a far registrare l’incremento maggiore (+17.2%). Per quanto riguarda le altre zone rosse, la Lombardia cresce del 13.5% e il Piemonte dell’11.5%, mentre la Valle d’Aosta ha una crescita contenuta (+6.25). Le due zone arancioni, Puglia Sicilia, aumentano rispettivamente dell’8.8% e del 13.2%.

Mentre per quanto riguarda il resto delle regioni, in zona gialla, l’aumento è davvero contenuto. Solo Umbria (+9.4%) e Sardegna (+5.8%) crescono di parecchio, invece Trentino Alto Adige, Toscana e Molise addirittura calano.