Tuttalativu.it

Fiorello contro Tiziano Ferro: “Sono stato male per gli insulti, mi ha scatenato contro l’odio”

Mercoledì sera, durante la seconda serata del Festival di Sanremo, Tiziano Ferro aveva lanciato l’hashtag #fiorellostattezitto per sdrammatizzare sui ritardi della scaletta che avevano posticipato la sua esibizione. Risate sul palco e sui social, semplice battuta, tutto normale. In realtà Fiorello si è molto arrabbiato per questa frase e si è subito mostrato stizzito, tant’è che ieri in conferenza stampa sono emerse le prime polemiche, con Amadeus che ha provato a smorzare un po’ la tensione. Ieri sera sono arrivate le scuse pubbliche di Tiziano Ferro, con una lettera indirizzata a Fiorello, che ieri non era sul palco, come previsto. Tutto risolto quindi? Neanche per sogno, perchè verso mezzanotte un’indiscrezione del Corriere della sera rivela che Fiorello ha minacciato di lasciare Sanremo perché stizzito dal comportamento del cantante. A rincarare la dose ci pensa lo stesso Fiorello, in un’intervista a Selvaggia Lucarelli su TPI (The Post Internazionale). Ecco le sue parole: “Non è giusto darmi del permaloso come se mi fossi arrabbiato per nulla, accetto le critiche, accetto che si dica che non faccio ridere, qualunque cosa, ma Tiziano Ferro ha fatto una cosa che non si fa. Le parole hanno un peso, ho ricevuto insulti tremendi per 24 ore. Tu lanci un hashtag dal palco di Sanremo e sai cosa scateni, come se poi fosse colpa mia se ci sono 50.000 ospiti e si fa tardi la sera. Noi parliamo tanto di cyberbullismo e non valutiamo le conseguenze? C’è un vigile che si è suicidato in questi giorni per gli attacchi sul web. Tiziano ha fatto una cosa grave, ha lanciato una campagna d’odio nei miei confronti. Tiziano deve capire, deve crescere anche lui. Io sono stato male per gli insulti. Io sono io, ma c’è gente che non regge, gente debole”. Insomma, quella che sembrava una sterile polemica è diventata una bella (anzi, brutta) patata bollente per Amadeus, chiamato a gestire questa vicenda.