Tuttalativu.it

Francesca Fialdini torna su #Rai3 con il suo “Fame d’amore”: in seconda serata

(ANSA) – “Uno dei disagi giovanili più diffusi e meno raccontati”. Ma anche “il grande vuoto che ti fa accanire sull’annientamento del tuo corpo”. Un grido agli altri: “Vi dimostro che sto male e faccio sul serio”. “Questa è la Fame d’amore”, racconta Francesca Fialdini. Ogni domenica padrona di casa su Rai1 con Da noi… a ruota libera, da lunedì 4 aprile la conduttrice torna anche su Rai3, in seconda serata, per la terza stagione di Fame d’amore, la pluripremiata docuserie firmata da Andrea Casadio con Mariano Cirino e Stefania Colletta e targata Ballandi, dedicata ai disturbi del comportamento alimentare, alle storie di chi ne soffre e di chi se ne prende cura. Già, perché i numeri sono impressionanti: solo in Italia ne sono colpiti tre milioni di ragazzi con tremila vittime ogni anno, dieci al giorno.
“Pandemia e isolamento sociale hanno aggravato la situazione”, racconta all’ANSA Francesca Fialdini, che l’8 aprile sarà anche al fianco di Francesco Gabbani nello show ‘green’ “Ci vuole un fiore” su Rai1. “Stiamo assistendo – dice – a un aumento dei casi del 30%. Spesso i problemi sono sorti al momento di dover tornare in società”. Dalla comunità di Piancavallo, struttura a quasi duemila metri sopra il Lago Maggiore, Fame d’amore questa volta allarga lo sguardo alla famiglia e, oltre alle storie dei ragazzi che lottano per uscire dal ‘tunnel’, questa volta segue anche quelle delle loro madri, padri, compagni e dell’equipe dei terapeuti. E affronta temi come la maternità.
Nella prima delle quattro puntate si parte proprio con Hanen, giovane madre tunisina che soffre di disturbi alimentari. E poi ecco Anna Chiara, una ragazza di Napoli vittima di bullismo, che sfoga tutto il suo malessere nel cibo e che per questo è diventata obesa. E dalle passate edizioni si ritroverà Alberto che, tra cadute e risalite, lotta ancora per stare bene. (ANSA).