Gli italiani accendono la tv per lo sport? Non sempre. Tanti casi, alcune competizioni che non sfondano, fino al flop del campionato arabo

Gli italiani accendono la tv per lo sport? Non sempre. Tanti casi, alcune competizioni che non sfondano, fino al flop del campionato arabo

Gli italiani accendono la tv per lo sport? Si… ma non sempre

A cura di Giovanni Maglio – I dati Auditel parlano chiaro: in Italia, le prime 49 posizioni degli eventi più visti in televisione, sono partite di calcio. Ma gli italiani accendono ancora la tv per lo sport? Inoltre, nonostante  ci sia una fuga del pubblico dalla televisione, preferendone al suo posto siti di streaming, lo sport resta un momento di raccoglimento davanti alla tv. Per tale motivo, ogni broadcaster cerca di detenere i diritti di messa in onda di svariati sport, spesso minori, entrando in competizione con i cosiddetti “canali a pagamento”, come Sky o DAZN.

Ma andiamo ad analizzare nel dettaglio. Gli italiani seguono incessantemente la nazionale di calcio, che sbanca sempre l’Auditel su Rai1. Idem anche per i Mondiali e gli Europei di calcio che nelle ultime edizioni hanno superato i 16 milioni di spettatori (18,5 mln per gli Europei vinti dall’Italia). Lo abbiamo visto anche con le competizioni, giocate senza gli Azzurri, con un calo non eccessivo. Caso a parte per l’inedita formula dei Mondiali di calcio giocati in inverno che hanno deluso le aspettative.

Non da meno la Champions League e la Coppa Italia, trasmesse sulle reti Mediaset con ascolti positivi. Anche i giochi olimpici e il ciclismo non demordono, portando Rai2 ad essere il canale leader durante la messa in onda. E persino Tv8 di Comcast registra ottimi ascolti con il motociclismo e l’automobilismo. Tuttavia ci sono alcune eccezioni, una delle quali è clamorosa. Basti pensare che su Italia1, la Formula E registra ascolti da digitalina. Ma la vera delusione è La7 che, sia con il campionato italiano di calcio femminile che con il calcio della serie massima araba, new-entry del palinsesto.

L’interesse è alto, vista la diaspora di calciatori verso lo stato del medio-oriente. I risultati sono assai deludenti, considerato che l’esordio ha raggiunto a stento l’1% di share. Un vero flop! In ultimo non possiamo dimenticare Rai Sport che ormai è rimasta orfana di grandi sport. Ad oggi, alla rete tematica dello sport, restano pochissimi eventi che non attraggono il pubblico. Certo essere al canale 58 della LCN significa essere nel dimenticatoio della televisione. Tuttavia, è cambiata l’abitudine degli italiani che, sempre più numerosi, vanno oltre i primi canali