Tuttalativu.it

Il dilemma sui programmi del day-time: sfruttarli in prima serata o lasciare tutto com’è?

Foto Piero Cruciatti / LaPresse

Sui programmi di day-time da un po’ di tempo vige un dilemma: sfruttarli in prima serata o lasciare tutto com’è? Quando alcune trasmissioni hanno successo durante la giornata, in molti infatti si chiedono se sia meglio proseguire così oppure se non sia il caso di sfruttarli di più, mandandogli in onda nella più importante (e redditizia!) prima serata.

Gli esempi lampanti sono Live – Non è la d’Urso Quelli che il lunedì, ma se ne potrebbero fare altri, come Uomini e donne – La scelta (solo puntate speciali), Il Segreto (con grandi ascolti), Una Vita, I Simpson e quant’altro. Ora, se la scelta è occasionale e momentanea, ci può anche stare, ma pensare di spostare definitivamente è sbagliata.

Puntualmente i programmi spostati d’orario perdono sempre pubblico, anche perché la concorrenza in prima serata è più alta e la gente davanti la televisione è diversa. Tuttavia c’è anche un altro aspetto da considerare: i programmi costano, a maggior ragione se in diretta, dunque per le aziende è meglio “riempire” una prima serata piuttosto che un day-time, in cui “bastano” serie tv e altri tipi di prodotti.