Tuttalativu.it

In corso in Puglia le riprese della seconda stagione di #Cops – Una banda di poliziotti

ANSA – Battuto il primo ciak in Puglia, nel magnifico Salento tra Lecce e Nardò, per Cops 2 – Una Banda di Poliziotti, due nuove storie sulle avventure del commissariato di Apulia, rinomato per essere, un tempo, il paese più tranquillo d’Italia. Le nuove storie della commedia – una produzione Sky Original realizzata con Banijay Studios Italy – confermano alla regia Luca Miniero che firma la sceneggiatura insieme a Sandrone Dazieri.

Torna il cast corale con Claudio Bisio nel ruolo del Commissario Cinardi che, dopo anni di gloriosa carriera, è ancora in cerca della tanto agognata tranquillità; Pietro Sermonti il sovraintendente Nicola Gargiulo, soprannominato ironicamente O’Sicc per la sua forma fisica; Giulia Bevilacqua l’ispettore Maria Crocefissa Cercola, madre e moglie; Francesco Mandelli, il fanatico agente scelto Benny the cop. Nella squadra anche Guglielmo Poggi nel ruolo di Tommaso, il giovane centralinista del commissariato e Dino Abbrescia, ovvero Zu Tore, che si è ripreso il suo posto da cuoco ambulante di Apulia. Nella bizzarra squadra ci sono anche Gaia Messerklinger nei panni di Catia, giovane, bella e inesperta magistrato al suo primo incarico; Massimo De Lorenzo che sarà Don Manolo, il parroco di Apulia con problemi di “cuore”; Ninni Bruschetta alias Il Conte un nobile decaduto che vive con l’anziana madre; e Tullio Solenghi ovvero Don Filippo, il messo Vaticano inviato dalla Santa Sede per affiancare Cinardi in una delle indagini e a cui darà filo da torcere.

Le riprese sono iniziate il 10 maggio e termineranno il 7 luglio dopo 9 settimane di lavorazione. Oltre a Lecce e Nardò, altri set importanti saranno ambientati ad Acaya e a Melpignano. Dopo la pace seguita all’arresto di Anaconda nella prima stagione, il Commissario Cinardi e la sua sgangherata squadra di Cops si ritrovano in azione alle prese con nuove indagini: il furto della preziosa croce di Sant’Oronzo e il misterioso omicidio di un Visconte. Gli oramai esperti poliziotti hanno dimostrato il loro valore e sono pronti a destreggiarsi sui nuovi casi con tutta la loro abituale comicità e maldestra goffaggine. La squadra è così chiamata ad indagare, ma anche a fare i conti con i propri problemi personali. (ANSA).