In seconda serata su #Rai3 torna il programma “Fame d’Amore” con Francesca Fialdini

Live 28 marzo 2021 · Da noi A ruota libera 2021, ventisettesimo appuntamento. Condotto da Francesca Fialdini, ogni domenica in onda su RaiUno

Comunicato stampa – Nel mondo un individuo su tre soffre di un disturbo mentale. Diciassette milioni di persone, solo in Italia. Si ammalano principalmente i giovani: tre volte su quattro, i primi sintomi compaiono entro i 25 anni di età. E con la pandemia, gli adolescenti che soffrono di depressione o di ansia sono raddoppiati.

Per questo motivo in questo contesto di emergenza “Fame d’Amore”, la docuserie condotta da Francesca Fialdini che per tre edizioni ha raccontato i disturbi del comportamento alimentare, allarga il suo campo d’azione per indagare tutti quei problemi psichici che stanno registrando livelli mai visti soprattutto tra i ragazzi: il 25 % soffre di depressione ed il 20,5 % di ansia, il numero di giovani che commettono atti di autolesionismo o che tentano il suicidio è aumentato del 45 %.

Da stasera in seconda serata, alle 23.15 su Rai 3, il programma prodotto da Rai Approfondimenti in collaborazione con Ballandi, propone un ciclo di serate per imparare a conoscere questo dramma sempre più urgente e diffuso, porsi le giuste domande, cercare insieme le risposte e accendere i riflettori su tutti quei disturbi mentali che stanno colpendo la nostra società, e soprattutto i giovani come la depressione, l’ansia, l’autolesionismo, i disturbi della personalità e del comportamento alimentare, le dipendenze da droghe o farmaci, le forme di ritiro sociale come l’hikikomori e su altre condizioni come l’incongruenza di genere, che fino all’altro ieri era denominata disforia di genere. Francesca Fialdini, racconta le storie di ragazzi e ragazze che hanno fame d’amore, la loro lotta quotidiana verso la guarigione, le cure possibili grazie all’aiuto possibile di medici e delle strutture specializzate.  In ogni puntata il confronto con i pazienti, le loro famiglie, i medici e gli staff di supporto, attraverso un dialogo mai giudicante.