La #Rai celebra la Giornata Nazionale in memoria delle vittime dell’immigrazione

Comunicato stampa – In occasione del IX anniversario della strage di migranti a Lampedusa, lunedì 3 ottobre anche Rai celebra la “Giornata nazionale in memoria delle vittime dell’immigrazione” con un palinsesto dedicato, iniziato già da alcuni giorni. Su Rai 1 “Unomattina”, in onda alle 8.55, dedicherà ampi spazi all’argomento, mentre Rai 2 ne parlerà nel programma “Ore 14” (alle 14) e su Rai 3 il tema sarà affrontato a “Passato e Presente” con “Alle radici dell’immigrazione”, in onda alle 13.15 e in replica alle 20.30 su Rai Storia con Paolo Mieli e la professoressa Silvia Salvatici. Sempre su Rai 3, alle 15.45 andrà in onda il film d’animazione “Nel mare ci sono i coccodrilli”, coprodotto da RaiKids e liberamente tratto dal romanzo di Fabio Geda “Nel mare ci sono i coccodrilli. Storia vera di Enaiatollah Akbari”.
Dirette, servizi e approfondimenti nelle principali edizioni di Tg e Gr Rai e della Tgr, in particolare della Tgr Sicilia – con le commemorazioni e le cerimonie a Lampedusa in ricordo del naufragio del 3 ottobre 2013 – e di Emilia-Romagna, Puglia, Abruzzo e Friuli-Venezia Giulia. RaiNews24, invece, avrà un inviato a Lampedusa e trasmetterà dallo studio uno Speciale in diretta dalle 9.30 alle 10 in collegamento con l’isola. Ampi spazi anche durante l’intera giornata.

Per le altre reti, Rai Movie trasmetterà lunedì 3 ottobre alle 18.50 il film “I fantasmi di Porto Palo” con Beppe Fiorello: la storia vera del pescatore testimone del naufragio di una nave carica di migranti avvenuto a Natale del 1996.  Su Rai Storia, la nascita della Giornata in memoria delle vittime dell’immigrazione – nel 2016 – sarà rievocata da “Il giorno e la Storia” alle 00.05 e in replica alle 8.30, 11.30, 14 e alle 20. Sempre lunedì 3 ottobre Rai Scuola trasmetterà alle 19, “Le grandi sfide del presente: cambiamenti climatici e migrazioni”, con il filosofo Giuseppe Girgenti, seguito da “Le grandi sfide del presente: I migranti e il destino dell’Europa”, con il filosofo Sossio Giametta, e da “La Scuola in tv. Diritti della persona e diritti reali” sulla nascita del concetto di diritti umani. Il portale Rai Cultura – www.raicultura.it – e i social rilanceranno l’offerta dei canali tv.

Su RaiPlay la programmazione prevede l’anteprima del film d’animazione “Nel mare ci sono i Coccodrilli” alla mezzanotte tra il 2 e il 3 ottobre. Saranno, inoltre, disponibili le fiction “Con il sole negli occhi” di Pupi Avati, “I fantasmi di Portopalo” di Alessandro Angelini, “La scelta di Catia”, Lampedusa di Marco Pontecorvo, “Tutto il giorno davanti” di Luciano Manuzzi e i film “Fiore Gemello” di Laura Lucchetti, “Baradar” di Beppe Tufarulo, “Bar Giuseppe” di Giulio Base, “Contromano” di Antonio Albanese, “Black Star – Nati sotto una stella nera” di Francesco Castellani, “In un posto bellissimo” di Giorgia Cecere, “Sembra mio figlio” di Costanza Quatriglio, “L’altro volto della speranza” di Aki Kaurismäki. Su RaiPlay ci saranno anche i documentari “Fuocoammare” di Gianfranco Rosi, “Lontano dagli occhi” di Domenico Iannacone e Luca Cambi, “Strange Fish” di Giulia Bertoluzzi e lo spettacolo teatrale “Stay Hungry – Indagine di un affamato” di Angelo Campolo.

Rai Teche (su RaiPlay) rende disponibile “La guerra di Masslo” del 1989, mentre RaiPlay Sound avrà in homepage una striscia di contributi audio da “Che giorno è”, “Radio1 in vivavoce”, “Tutta la città ne parla”, “Forrest”, “Fahrenheit”, “Zazà”, con testimonianze, interviste e approfondimenti dedicati all’immigrazione e alle sue drammatiche conseguenze, dal lavoro minorile allo sfruttamento e la schiavitù. In evidenza i racconti delle stragi di migranti di Wikiradio e gli Speciali di Radio 3 come quello sul naufragio di Lampedusa del 3 ottobre 2013 e su alcune stragi, passate quasi inosservate, come il naufragio del 28 marzo 1997 della Kater i Rades. Ma si parla anche della strage di Melilla del giugno 2022 e del naufragio del piroscafo Utopia del 1891, in cui morirono oltre 500 persone, prevalentemente italiane e meridionali che andavano in America in cerca di fortuna.