Tuttalativu.it

La Rai che verrà: in attesa della presentazione dei palinsesti, ecco le ultime indiscrezioni di Adnkronos

La Rai che verrà

La Rai che verrà: un riepilogo in attesa della presentazione dei palinsesti

In attesa della presentazione ufficiale dei palinsesti autunnali della Rai, che avrà luogo giovedì prossimo (16 luglio), emergono altre indiscrezioni su ciò che vedremo a partire da settembre. Sono state decisioni travagliate e lunghe, più del solito, anche perché tra emergenza sanitaria e nuove regole (su compensi e società di produzione) non era affatto facile. Andiamo a vedere quali sono le ultime news, diffuse dall’agenzia Adnkronos.

Per quanto riguarda Rai 1, nel nuovo palinsesto che va dal 6 settembre al 19 dicembre, su 51 programmi ce ne sono 36 da produrre all’interno, 9 in appalto parziale (Ballandi Multimedia, Endemol Shine, Stand By Me, Banijay Italia e Fremantle) di cui 4 in day-time e 5 tra access prime time e prima serata. Sul fronte dei palinsesti molte novità sono già emerse ma non mancano alcune indiscrezioni interessanti. Ad esempio Lorella Cuccarini, che lascia La vita in diretta, dovrebbe condurre con Carlo Conti la finale dello Zecchino d’Oro in prima serata, seguendo anche l’appuntamento pomeridiano. Antonella Clerici condurrà in day-time E’ sempre mezzogiorno, al posto de La prova del cuoco, in diretta dagli studi di Milano con chef e amici, giocando con il pubblico. Inoltre dovrebbe condurre anche un talent-show, cioè The Voice senior. Amadeus in autunno, oltre a Soliti ignoti e a Sanremo Giovani, sarà al timone anche di Ama Sanremo, programma di seconda serata in 5 puntate, che tra l’altro si occuperà della selezione dei partecipanti a Sanremo Giovani.

Molto movimento in day-time, con Unomattina che sarà affidato a una nuova coppia di giornalisti interni: Monica Giandotti per la rete, mentre per il Tg1 ancora non si sa con precisione. Confermato anche l’arrivo (da Rai 3) di Serena Bortone per condurre Ogni mondo è paese tra attualità e costume, dalle 14 alle 17. Novità in arrivo per la durata delle varie Linee Rai (Bianca, Blu e Verde) così come per Italia sì, la cui durata sarà maggiore per rafforzare il sabato pomeriggio dell’ammiraglia. Da circa metà settembre è confermato anche il proseguimento del nuovo programma di Monica Maggioni con il titolo provvisorio 60 minuti, così come il programma di esordio di Nunzia De Girolamo il cui titolo provvisorio è Ciao Maschio e che dovrebbe partire a novembre il sabato, in seconda serata: ospiti solo uomini e un argomento a puntata come filo conduttore di un dialogo sulle tematiche di attualità. Dal venerdì alla domenica, sarebbero anche confermati gli spazi delle interviste di Gigi Marzullo. Inoltre dovrebbe tornare anche Affari tuoi – la riscossa con una nuova formula e una nuova conduzione (si parla di Marco Liorni) ma è ancora tutto da definire.

Per quanto riguarda Rai2, su 27 programmi del palinsesto autunnale ce ne sarebbero 15 da produrre all’interno, 8 in appalto totale (Stand By Me, Endemol Shine Italia, Banijay Italia, Indigo Stories, Pesci Combattenti, Dna Produzioni, Itc 2000 e Tv Com), 2 in appalto parziale (Endemol Shine Italia e Stand By me). Tra le novità ancora non emerse, una striscia comica, in seconda serata tutti giorni feriali ad eccezione del mercoledì, firmata Giovanni Benincasa. Sul fronte dell’informazione, invece, dovrebbe arrivare un nuovo programma di approfondimento economico condotto da Annalisa Bruchi il mercoledì sempre in seconda serata dal titolo Re-start. Inoltre sarebbero previsti tre nuovi format per il giovedì in seconda serata: dovrebbe partire dopo metà settembre Primo set, con l’intento di raccontare la ripartenza del cinema italiano dopo il Covid-19 (alla conduzione Antonia Truppo e Gianvito Casadonte); poi sarà la volta di Second life, programma di quattro puntate condotto da Laura Tecce che racconterà aspetti inediti di alcuni esponenti politici italiani e infine dopo la metà di ottobre Si o no (titolo che potrebbe cambiare), una riflessione in quattro puntate condotte da Sabrina Giannini sugli aspetti positivi e negativi di questioni che segnano la nostra epoca. Confermato Seconda linea, il nuovo programma informativo in onda il giovedì in prima serata, condotto da Alessandro Giuli e Francesca Fagnani.

Confermate anche le novità in day-time: a fine ottobre dovrebbe arrivare Ore 14, il nuovo programma di Milo Infante che durante la settimana si occuperà di cronaca, politica e attualità con una particolare attenzione al punto di vista dei giovani, mentre nel weekend ci saranno altre tre novità: il sabato pomeriggio vedremo Il filo rosso il sabato pomeriggio con Paola Perego che racconta il rapporto tra nonni e nipoti e Love game, un dating show condotto da Carolina Rey, mentre sabato e domenica ci sarà un nuovo programma di Simona Ventura. Confermati Detto Fatto e I fatti vostri. In prima serata ci sarà anche Unposted, docufilm prodotto da Rai Cinema in collaborazione con Amazon Prime Video che, raccontando l’influencer Chiara Ferragni, si sofferma sull’impatto dei social network sul mondo del business e dei media.

Per quanto riguarda Rai3, su 42 programmi del palinsesto autunnale ne avrebbe programmati 35 da produrre all’interno, 2 in appalto totale (Hangar e Bart’s), 1 in appalto parziale (L’Officina, ovvero Che tempo che fa, che torna sul terzo canale). Tra le “novità” ce n’è una che porta al passato: se il Maestro Manzi ha aiutato gli italiani a scrivere con il suo Non è mai troppo tardi, portando alla licenza elementare un milione e mezzo di analfabeti anziani inclusi, ora potrebbe essere tempo di tornare ad attingere a tutta la ricchezza della nostra lingua. La terza rete avrebbe infatti pensato proprio a questo ideando fra i programmi di questo autunno Prima che sia troppo tardi, un titolo che rievoca quello della trasmissione di Alberto Manzi. Il nuovo programma vedrebbe la partecipazione di due illustri docenti di storia della lingua italiana quali sono Valeria Della Valle e Giuseppe Patota, affiancati dall’attrice e conduttrice Noemi Gherrero che avrebbe il compito di far avvicinare ad un uso corretto della lingua quante più persone possibile e soprattutto chi ha impoverito e standardizzato il proprio linguaggio in questi ultimi anni.

Tra le novità, a partire da novembre, dovrebbe esserci un programma condotto da Massimo Ranieri dal titolo provvisorio Secondi, che valorizza la condizione di chi nella vita è arrivato secondo anziché primo, e dovrebbe essere registrato negli studi di Napoli. Per Agorà si prevederebbe una doppia conduzione (ancora in ballo i nomi ma potrebbe essere quella di Gianluca Semprini e Luisella Costamagna), così come per Mi manda Raitre che sarà condotto da Federico Ruffo e Lidia Galeazzo. Per Mezz’ora in più di Lucia Annunziata dovrebbe esserci una novità: il programma si allungherebbe di circa 30 minuti (Mezz’ora in più Esteri) per offrire una visione più ampia e internazionale. Un’altra novità riguarderebbe Franca Leosini: la giornalista a dicembre dovrebbe condurre due puntate (dal titolo Che fine ha fatto baby Jane) soffermandosi non sui detenuti ma su persone che hanno già scontato la loro pena per raccontarne la storia di reinserimento. La rete starebbe lavorando anche ad un’altra idea interessante, emersa a fronte dei problemi prodotti dalla gestione dell’emergenza covid, che riguarderebbe il rapporto fra Governo nazionale e Regioni, ma nulla ancora sarebbe stato deciso.

Notizia esclusiva dell’agenzia Adnkronos