Crea sito
Tuttalativu.it

L’analisi: questo #Sanremo2021 ha show, divertimento e bella musica. Ma ha anche molti problemi.

Siamo giunti al giro di boa di questa 71esima edizione del Festival di Sanremo. Due serate sono già andate in onda e altre tre ci attendono. Gli ascolti, a sorpresa, sono stati tutt’altro che esaltanti, segnando il record negativo dal 2008 (qui dati, target e confronti). Cerchiamo di capire il perché.

Cominciamo dalle cose belle e perfettamente riuscite e non possiamo non farlo con Matilda De Angelis, vera rivelazione della prima serata: spigliata, ironica, brava e anche bella, insomma perfetta. Se poi ci mettiamo ha condotto e cantato, pur essendo di professione un’attrice, ancora meglio. E poi Elodie: ieri sera la sua esibizione è stata davvero grandiosa, da show americano, da Superbowl. E ancora i quadri di Achille Lauro, anche se non proprio perfetti. E poi la classica e amata verve ironica di Fiorello, l’intesa con Amadeus, le storie di sport e diversi Big interessanti.

Ecco, adesso arrivano le note dolenti. Per altro è importante precisare che sono le stesse dell’anno scorso, tuttavia nel 2020 c’erano gli ascolti ottimi che facevano passare tutto in secondo piano, mentre quest’anno no. Partiamo dal problema probabilmente più importante: la durata. Ora, magari chi segue gli show Mediaset ci è abituato, ma finire così tardi non va bene. Può capire una volta, non sempre. Poi la gente si stanca e abbandona e così è stato quest’anno, con curva in picchiata in seconda serata. Ciò è dovuto a sketch per la maggior parte delle volte inutili e noiosi, eccessive perdite di tempo e poi il grande numero di Big in gara, addirittura ventisei.

Ventisei cantanti sono tantissimi, giustificati dalla volontà di far ripartire la musica. Iniziativa lodevole, ma si poteva fare benissimo anche con meno artisti. Avremmo accettato un numero così alto se ci fossero stati quantomeno ventisei veri Big, ma molti artisti in gara sono sconosciuti o quasi, molto “di nicchia”. Giusto dare spazio a tutti i generi, anche ai più moderni come l’indie, giusto dare spazio a giovani, emergenti e indipendenti, però proprio a tutti tutti?

2 Risposte a “L’analisi: questo #Sanremo2021 ha show, divertimento e bella musica. Ma ha anche molti problemi.”

  1. Io Sanremo lo avrei fatto così:
    20:40 – 21:10 – Prima Festival – un notiziario di 25 minuti dal backstage della kermesse.
    21:15 – 00:45 – Festival di Sanremo (10 big + 10 nuove proposte) (4 serate anziché 5).
    Nella prima serata esibizione dei primi 10 big e delle 10 nuove proposte; nella seconda dei secondi 10 big e delle 10 nuove proposte. Nella terza serata si esibiscono le 8 nuove proposte che hanno vinto nelle precedenti due puntate. Tra queste 8 canzoni ci sarà quella vincente. FINALE DELLE “NUOVE PROPOSTE”.
    Nella quarta serata si esibiscono gli 8 big che hanno vinto nelle serate di martedì e mercoledì. Tra questi 8 ci sarà la canzone vincitrice. FINALE DEI “BIG”.

I commenti sono chiusi.