Tuttalativu.it

Le novità della Lux Vide tra fiction italiane, grandi produzione internazionali e la cessione

La Lux Vide è tra le società di produzione più importanti d’Italia e proprio ieri sera ha “chiuso” la stagione con la fiction  Buongiorno, mamma! in onda su Canale5, con grandi ascolti. E tra l’altro è notizia di ieri che nella nuova stagione di Don Matteo, altra fiction prodotta da loro, ci sarà un’importante new entry (clicca qui per scoprire di cosa si tratta).

Intanto sul fronte societario continuano le trattative per la cessione della società. Come racconta Il Sole 24 Ore, infatti, la Lux Vide a breve dovrebbe essere venduta. A confermalo l’amministratore delegato Luca Bernabei“Nelle prossime tre settimane al massimo dovremmo entrare nella fase di negoziazione esclusiva. Poi mi auguro di trovare il punto di incontro tra esigenze e posizioni”. Tra gli azionisti della società risultano la famiglia Bernabei (51,77% con la Rml Comunicazione), PrimaTv di Tarak Ben Ammar (15.33%), Fondazione Scienza e Fede (Vaticano) con il 16.99% e la famiglia Capaldo (10.88%). In lizza per l’acquisizione ci sarebbero Fremantle Sony Pictures Television.

Del resto fusioni e aggregazioni sono fondamentali per reggere la concorrenza e i ritmi di questo mercato. Continuano a tamburo battente le riprese dei nuovi progetti: “Ci è stata appena riconfermata dalla Rai la settima stagione di Un passo dal cielo, che si aggiunge ad altre fiction Rai in uscita, ovvero Che Dio Ci Aiuti, Don Matteo, Bianca DOC– dice Bernabei – “Ci sono anche due fiction con  Mediaset e una con Sky. In più stiamo sviluppando negli Usa tre grandi serie: una è Sandokan, un’altra è Jesus e la terza è Il Conte di Montecristo con la collaborazione di un grosso produttore americano”

“Così abbiamo più appeal con l’aumento dell’investimento medio, si passa dai 30 ai 40-50 milioni con relativo aumento della qualità del prodotto. La scelta di produrre in Usa, in inglese e puntando a sceneggiatori di fama mondiale sarà seguita da un investimento in tal senso anche sul mercato anglosassone”. Ci sono inoltre altri due grandi progetti: “Uno sugli anni d’oro di  Cinecittà, per questo abbiamo acquistato i diritti del libro di Oriana Fallaci L’Italia della dolce vita. Un altro riguarda un progetto Costiera, per raccontare la Costiera Amalfitana.