Tuttalativu.it

Le novità di #Rai2 e #Italia1 faticano: colpa dei programmi o c’è qualcos’altro?

Settembre e ottobre sono mesi di ripartenza, ma anche di novità. In particolare Rai2Italia1 hanno proposto (e continuano a farlo) diversi contenuti interessanti, che però stanno faticando sul piano degli ascolti. Sulla seconda rete abbiamo già visto due puntate di Voglio essere un mago, flop pesante e inaspettato: l’intenzione è quella di trovare un sostituto di Pechino Express, ma adesso con questo e prima con La caserma il tentativo è evidentemente fallito. Inoltre proprio ieri sera è partito Quelli che il lunedì, nuova edizione di Quelli che il calcio, per la prima volta sbarcato in prima serata: anche qui ascolti tiepidi.

Quanto a Italia1 abbiamo visto quattro puntate di Buoni o cattivi, anch’esso molto fiacco (anche se, va detto, in giornate difficili): il programma è interessante e ben fatto, probabilmente però sarebbe meglio testarlo in estate. Stessa cosa vale per  Mistery Land, partito ieri, e Honolulu. Tutti questi programmi hanno ottenuto circa il 4% di share e circa 700.000 spettatori ciascuno.

La domanda è: deboli e inadatti i programmi oppure c’è dell’altro? La platea televisiva è molto bassa e, seppur in crescita, sembra evidente che gli ascolti che si sono fatti l’anno scorso sono difficili da raggiungere. Del resto tra lockdown e restrizioni la gente era costretta a stare in casa e dunque a guardare la tv, mentre adesso si può uscire e la gente lo fa eccome. A soffrire però sono gli ascolti, in particolari delle reti e dei programmi per un pubblico giovane e commerciale. Le cose miglioreranno nei prossimi mesi o dobbiamo abituarci ad abbassare l’asticella?