Tuttalativu.it

#LiberoDeRienzo è morto a soli 44 anni. Il pluripremiato attore è stato stroncato da un infarto nella sua casa romana

Libero De Rienzo è morto a soli 44 anni

Libero De Rienzo è morto a soli 44 anni

Altro brutto colpo per il cinema e la tv. Il talentuoso attore Libero De Rienzo è stato stroncato da un infarto a soli 44 anni. Lascia una moglie e due bambini. Il corpo è stato rinvenuto nella sua casa in zona Madonna del Riposo, a Roma, nella serata di ieri, giovedì 15 luglio. A ritrovare il suo corpo è stato un amico che, preoccupato dalla sua irreperibilità per ore, si è recato nella sua abitazione. A nulla è servito il pronto intervento dei sanitari del 118, che hanno solo potuto constatarne il decesso. Sul caso indagano i Carabinieri, coordinati dalla Procura di Roma.

Tra gli attori più talentuosi del cinema italiano, si aggiudicò il David di Donatello nel 2002 per la sua interpretazione in “Santa Maradona“, in cui interpretava “Bart” Vanzetti. La sua ultima partecipazione televisiva in un prodotto seriale risale al 2017. Interpretò il personaggio di Domenico Guaraldi (nella foto sopra) in “Squadra mobile – Operazione mafia capitale“, con Giorgio Tirabassi e Daniele Liotti, su Canale5. In passato tante partecipazioni in fiction di qualità da “Il sequestro Soffiantini” a “Nassiryia – Per non dimenticare“, fino alle due stagione ne “La narcotici” su RaiUno.

Libero De Rienzo è morto a soli 44 anni stroncato da un infarto

Ma oltre alla tv, tantissime partecipazioni cinematografiche di prestigio. Diretto da Marco Ponti in “Santa Maradona“, “A/R Andata + Ritorno” (con Vanessa Incontrada), “Una vita spericolata“. Tra le sue candidature, ricordiamo quella ai Nastri d’argento per “Fortapàsc” di Marco Risi e ai David di Donatello per “Smetto quando voglio“. Riuscì a mettere in mostra il proprio talento anche con la sua opera prima “Sangue – La morte non esiste” in cui curò regia, soggetto, sceneggiatura e interpretazione. Il film ricevette una candidatura ai Nastri d’argento e ai Ciak d’oro nel 2007.

Tra le pellicole più recenti, “A Tor Bella Monaca non piove mai“, diretto da Marco Bocci. Ma anche “Il caso Pantani – L’omicidio di un campione“, diretto nel 2020 da Domenico Ciolfi. Una perdita che ha scioccato il mondo dello spettacolo e non solo. Immediata la reazione sui social, con tanti commenti tra coloro che hanno saputo apprezzarne le opere, oltre ai tanti amici che, prevedibilmente distrutti dalla scomparsa prematura, hanno voluto ricordarlo.

Libero De Rienzo è morto a soli 44 anni stroncato da un infarto