Tuttalativu.it

Conferenza stampa di Bugo: “Ingurie e offese da parte di Morgan, sono molto turbato” #Sanremo2020

LIVE DALLA SALA STAMPA

Valerio Soave, etichetta Mescal: “Bugo ha presentato un testo bellissimo, ma Amadeus ha detto che non aveva un nome forte, per questo abbiamo chiamato Morgan e ci siamo presentati insieme. Morgan ha preteso di scegliere la cover, gli arrangiamenti e altro. Da parte di Morgan ho ricevuto accuse, ingurie. Mi ha accusato di essere un mafioso, un p*ttaniere. Aveva una camera d’albergo, io ho preso un loft per lui, gli assistenti e la fidanzata ma lui ha rifiutato chiamando addirittura Amadeus. Morgan è una persona che non sta bene, le persone che gli stanno vicino devono aiutarlo. Chi gli sta intorno deve finirla di alimentare polemiche e complotti, io credo in Marco e speravo potesse fare bene, con un pezzo che ricordava i Vertigo. Era un bellissimo ritorno di Marco. Morgan stava per i fatti suoi, non partecipava alle promozioni. Mi insultava ripetutamente, chiedeva dei soldi. Morgan non è attaccato ai soldi, perciò c’è qualche motivo se è arrivato a fare questo. Non abbiamo mai pensato di fare fuori Morgan, la defezione di uno comporta l’esclusione dell’altro. Quando abbiamo invitato Morgan sapevamo che questo avrebbe comportato dei rischi. Ricordo che c’è stato un ricatto da parte sua, mi ha detto che entro 3 giorni dovevo dagli 50 mila euro, altrimenti non si sarebbe esibito. Ricordate che il ricatto a scopo di estorsione prevede 5 anni di carcere. Insulti, ingiurie e diffamazioni continue. Quello che mi fa male è sentire dare amplificazione agli sfoghi di Morgan”.

Bugo: “Grande amicizia e stima nei confronti di Morgan, per questo l’ho scelto. La canzone è la mia, Marco è intervenuto. Questo è il mio festival e ho pensato di condividerlo con lui. Ho pensato di affidare la cover a lui, mi piace molto il suo gusto. E infatti ha scelto una canzone fantastica. Da lì la cosa è degenerata, mi sono arrivate cose che non tornavano sull’arrangiamento. Arrivavo alle prove puntuali ma non sapevo che versione dovevo fare. Giovedì sera canto una canzone che non ho mai provato e lo faccio nel miglior modo possibile. Avete visto il risultato. Secondo voi ero felice quella sera? Poi arrivano i fatti di ieri sera. Sono arrivato come sempre puntuale, anzi in anticipo. Pronto per salire, contento. Turbato dalla sera prima, ma Marco lo conosco da 17 anni. Tutti hanno un amico con il quale ci si confronta. Volevo dimostrare che l’amicizia per me è importante. Ho difeso Morgan fino alla fine, mi sembrava la cosa più normale. Ieri sera Morgan arriva poco prima dell’esibizione, prima di salire sulla rampa noi artisti dobbiamo fare una scala e lì sotto ci incontriamo (con Morgan). Ho visto Morgan che ha iniziato a fare battute su un ragazzo della nostra squadra, della Mescal (etichetta discografica). Mi costa fatica fare questo oggi. Quando ho visto che prendeva in giro questo ragazzo l’ho ripreso, volendo smorzare i toni. Voglio fare bene, voglio che la gente dica che figata Bugo e Morgan. Nessuno si è mai chiesto perchè la canzone mia la inizia a cantare lui? Voglio che capite, non è un gioco per me questo. Stiamo per salire le scale. Lì Morgan ha iniziato a insultarmi, a dirmi che sono uno sfigato, insultando mia moglie, ma io non ho mai replicato. C’erano anche due della Rai. Siamo saliti su questa scala e io ero turbato. Lui è sceso e io non sapevo se scendere, non sapevo cosa fare. Poi sono sceso anch’io. Morgan mi ha detto di venire sorridendo e continuando a insultarmi. Non vali niente, sei un dilettante, non vali un c*zzo. E poi io un testo diverso dall’originale non lo canto. Mi ero reso conto che potesse succedere qualcosa. Non ho visto i fogli in mano, li ho visti solo quando glieli ho presi. Mi sono preoccupato. Ho preso i fogli che aveva lì e sono uscito. Potevo pure dirgli oh, questa è la mia canzone. Morgan è un grande. Sono uscito dal palco, emotivamente turbato. La prima cosa che volevo fare era scusarmi con Amadeus, io non amo queste pagliacciate. Volevo chiedere scusa per il problema che avevo creato io, mi prendo pure la responsabilità. Sono rimasto un po’ con dei ragazzi della Rai, non ho più visto Morgan. Non mi ha mai scritto e neanche io ovviamente. Finalmente ho incontrato Amadeus e mi sono scusato. L’ha anche detto stamattina in conferenza stampa. E poi basta, per me la cosa è finita. Non ho pensato “se esco, mi buttano fuori”. Per me sentire la canzone, non solo cambiata, ma con offese dirette nei miei confronti, mi sembrava una roba assurda. Non potevo restare sul palco. Per questo ho chiesto scusa ad Amadeus, sapevo che avrei creato un problema alla Rai. Non pensate che per me è stata una cavolata fare quella cosa. Se Amadeus mi avesse chiesto di tornare sul palco da solo, forse sarei andato, non lo so. Ma non c’entra questa cosa. Sono molto turbato adesso, non sono abituato a fare queste cose. Intanto io vado avanti, è uscito il mio disco.”