Tuttalativu.it

#Mediaset, #Sky e #Amazon si aggiudicano i diritti della #ChampionsLeague 2021/24

L’asta per la Champions League, relativa ai diritti del triennio 2021/2024, è terminata. Ci si aspettava l’ingresso di un nuovo operatore, un ott, come AmazonDazn e Netflix. Alla fine l’ha spuntata il primo, mentre Dazn ne esce a sorpresa a bocca asciutta. Netflix invece non è pervenuta, ma potrebbe presentare un’offerta per la Serie A. Sky Mediaset, poi, confermano di fatto la loro attuale situazione. Ecco i dettagli, forniti da CalcioeFinanza, in attesa dell’ufficialità.

Sky si è aggiudicata il pacchetto B con 104 partite in esclusiva per poco più di 100 milioni annui (un bel risparmio rispetto ai 270 dello scorso triennio). Mediaset si aggiudica il pacchetto A1 con i migliori match del martedì per un totale di 16 partite più la finale, spendendo circa 43 milioni annui. E poi c’è la novità Amazon che si è aggiudicata il pacchetto A2 con i migliori match del mercoledì (16 partite) più la Supercoppa Europea spendendo ben 80 milioni.

Importante ricordare la possibilità di accordi successivi in sub-licenza, per cui è prevedibile che Sky acquisti da Mediaset le partite mancanti, mentre non è chiaro come si comporterà Amazon. Si terrà per sé le 17 partite oppure le rivenderà a Sky o Mediaset? C’è da valutare anche l’aspetto economico, visto che la piattaforma ott non ha pubblicità e quindi farà affidamento solo agli abbonamenti, ma difficilmente riuscirà a rientrare nei costi.