Tuttalativu.it

Oggi parte la 103esima edizione del #giroditalia: diretta su #Rai2 e #RaiSport

Dopo più di un anno di attesa, torna l’appuntamento con il Giro d’Italia. La classica gara ciclistica, giunta alla 103esima edizione, si svolge in una collocazione inedita e i motivi sono ormai chiari a tutti. C’era anche il rischio che saltasse tutto, ma la manifestazione si terrà, seppur con i dovuti accorgimenti.

Ventuno le tappe, 3498 km lungo il Paese. Lo slittamento ad ottobre, e l’impossibilità di partire dall’Ungheria hanno costretto la Direzione del Giro a ridisegnare un percorso che partirà oggi dalla Sicilia e si concluderà a Milano il 25. Le frazioni a cronometro saranno tre, comprese la prima e l’ultima, come nella tradizione “purista” della corsa rosa, gli arrivi in salita sette e sei le tappe di alta montagna. Circoletto rosso sulla frazione numero 20, la penultima: 198km da Alba al Sestriere, con, in mezzo, il Colle dell’Agnello, il Col d’Izoard e il Monginevro, prima dell’ascesa finale ai 2035 metri di quota del Sestriere.

Immancabile, come di consueto, l’impegno della Rai, che garantirà la diretta di tutto l’evento. Raisport offrirà, su Raisport+ HD e su Rai2, un palinsesto come al solito ricco e variegato, che occuperà l’intera giornata: in totale le ore di trasmissione saranno circa 180, dieci in più del 2019 (più o meno 8 e mezza al giorno), a partire dal 3 ottobre, con la prima maglia rosa assegnata in Viale della Libertà, a Palermo, fino al brivido finale all’ombra del Duomo.

Villaggio di partenza (un’ora prima del via della tappa – Raisport HD)
Come da tradizione, l’apertura della giornata sarà affidata al programma in onda dal luogo di partenza della frazione. Condotto da Tommaso Mecarozzi con Gigi Sgarbozza, sarà un insieme di cultura, tecnica e colore, con le interviste curate da Umberto Martini. La direzione di corsa, quest’anno, ha abolito il “foglio firma”, per rispettare le disposizioni governative, in natura di contenimento dell’infezione da Covid-19, ma ci sarà comunque, per i telespettatori, la possibilità di ascoltare la viva voce dei protagonisti, in uno spazio appositamente organizzato. Oltre alla presentazione della tappa del giorno, poi, troveranno spazio le realtà locali, motore della straordinaria passione popolare che da sempre anima il Giro.
Anteprima Giro (Raisport HD)
Senza soluzione di continuità, al termine di Villaggio di partenza, ci si trasferirà direttamente sulla linea d’arrivo della tappa, da dove Antonello Orlando e Damiano Cunego, con ospiti che si alterneranno al loro microfono, cominceranno ad “entrare” nella tappa, che intanto avrà già preso il via. La trasmissione avrà un orario di inizio, ed una durata, variabili, a seconda della lunghezza della frazione, ma terminerà alle 14.00, quando la linea passerà direttamente in postazione cronaca, dove il commento sarà affidato ad Andrea De Luca, con Fabio Genovesi e Gianni Bugno, al suo esordio ai microfoni Rai, trent’anni esatti dopo la conquista della maglia rosa, nel Giro del 1990, dominato dal primo all’ultimo metro, con 21 giorni consecutivi con indosso il simbolo del primato.
Giro in diretta e Giro all’arrivo (ore 14.00 – Rai2)
In corrispondenza degli ultimi 100 km circa di gara, la protagonista diventa definitivamente la strada. La telecronaca della fase finale della tappa sarà affidata alla coppia De Luca-Bugno, con la punteggiatura di Fabio Genovesi, scrittore e sceneggiatore, che allargherà gli orizzonti sportivi per inoltrarsi in quelli storico-culturali. Sarà fondamentale, come sempre, l’apporto dei cronisti in moto: Stefano Rizzato, per la parte giornalistica, e Marco Saligari, il “Commissario”, come lo chiamavano
tutti quando correva (per lui, in carriera, tre vittorie al Giro d’Italia). Le statistiche di carattere tecnico, sviluppate in tempo reale, e quelle relative alle curiosità storico-artistiche saranno proposte al pubblico con una innovativa grafica minimamente invasiva ed immediatamente fruibile.

Processo alla Tappa (ore 16.30 circa – Rai2)
Subito dopo la conclusione della tappa, la linea passerà direttamente ad Alessandra De Stefano, che torna alla conduzione dello storico “Processo alla Tappa”. Accanto a lei l’esperienza e la monumentale conoscenza del ciclismo di Davide Cassani, che per tre settimane si “sdoppierà” nel ruolo di CT della Nazionale azzurra di ciclismo e in quello di commentatore e Stefano Garzelli,
che, al pari di Bugno, festeggerà un anniversario “tondo” della vittoria del Giro, nel quale si impose nel 2000. Sul palco del “Processo” si alterneranno, giorno dopo giorno, i protagonisti della corsa, ciclisti, tecnici, giornalisti accreditati, ognuno con la propria tesi da difendere ed il proprio punto di vista.
TGiro (ore 20 – Raisport HD)
Mezz’ora di cronaca, con gli highlights della tappa, le interviste in corsa, i protagonisti e gli aspetti della corsa rosa meno noti al grande pubblico, ma allo stesso tempo fondamentali.
Giro Notte (ore 23.30 – Raisport HD)
Per chi, infine, non avesse avuto la possibilità di seguire la tappa o, semplicemente, per chi non ne avesse abbastanza, la sintesi della giornata. Un’ora, con il commento originale, per rivivere le emozioni che solo il Giro garantisce. Ogni giorno.

Le tappe saranno seguite anche su Rai Radio 1

Comunicato stampa Rai