Tuttalativu.it

#ParamountNetwork e #Spike lasciano il #digitaleterrestre per un riassetto dei contenuti di #ViacomCBSItalia. Ecco le dichiarazioni…

Paramount Network e Spike lasciano il digitale terrestre

Paramount Network e Spike lasciano il digitale terrestre

Arriva la conferma da parte di ViacomCBS Italia sul futuro dei canali Paramount Channel (canale 27) e Spike (canale 49). Da qualche giorno si rincorrevano strane voci sul futuro di due canali importanti del digitale terrestre. I più attenti avevano infatti notato che la guida elettronica EPG segnava il palinsesto dei due canali fino al 16 gennaio 2022. Adesso possiamo confermare che, dal 16 gennaio 2022, Paramount Channel Italia e Spike spariranno dall’elenco dalla LCN del digitale terrestre. La notizia ha lasciato non poche perplessità, considerando che le due reti hanno un discreto riscontro medio.

In particolare, Paramount Channel, nella propria storia, ha potuto rilevare ascolti da generalista in occasione della programmazione di pellicole in prima tv. Due i casi eclatanti, con ‘Noah’ e ‘Transformers 4: L’era dell’estinzione’, arrivati quasi al 5% di share in prima tv. Tra pochi giorni, dunque, le due reti abbandoneranno il digitale terrestre in seguito ad un riassetto dei contenuti da parte di ViacomCBS Italia. L’idea è quella di puntare ad un modello più economico di trasmissione con lo streaming. Inoltre, si punterà ad una monetizzazione dei diritti tv della propria library indirizzati sulla tv a pagamento.

Un lascito appetibile nella LCN che già ingolosisce

Adesso resta da capire chi rimpiazzerà i due canali nella LCN del digitale terrestre ai canali 27 e 49. Fonti beninformate parlano di un interessamento da parte di Mediaset che non conferma e non smentisce. Recentemente il Biscione ha concluso definitivamente la parentesi Mediaset Premium e sembrerebbe che la nuova strategia punti a focalizzarsi nel proprio core business, puntando ad una tv lineare. Bisognerebbe capire quale potrebbe essere la nuova nicchia da cui attingere nuovo pubblico, evitando di replicare canali già esistenti. Lo spazio c’è e lo approfondiremo con un articolo di prossima pubblicazione.

Ecco le dichiarazioni del broadcaster, rilasciate in una nota:

“ViacomCBS Italia guarda al futuro e continua la trasformazione del proprio business: stiamo costruendo un solido ecosistema che comprende canali lineari e nuove piattaforme streaming in grado di coprire tanto la parte free che quella pay. Anche se Paramount Network e Spike non saranno più visibili, grazie al nuovo assetto i nostri contenuti premium, esclusivi e di library continueranno ad essere offerti al pubblico italiano attraverso i nostri canali, in FTA (Super! e VH1) e sulla piattaforma Sky (MTV, MTV Music, Comedy Central (e+1), Nickelodeon (e+1), NickJr (e+1), sulla nostra nuova piattaforma streaming gratuita Pluto TV e a breve anche attraverso Paramount+, il servizio streaming a pagamento in arrivo quest’anno in Italia”.

Paramount Network e Spike lasciano il digitale terrestre