Crea sito
Tuttalativu.it

Polemiche su #Dazn per i problemi tecnici durante #InterCagliari: siamo pronti allo streaming?

Qualche ora fa sui social tanti appassionati di calcio sono “esplosi” contro Dazn per i problemi tecnici che hanno impedito la corretta visione della partita Inter-Cagliari. Tra l’altro non è neanche la prima volta che accade una situazione del genere.

Dazn ci ha tenuto a chiedere scusa e a chiarire la situazione: “Siamo molto dispiaciuti di quando accaduto nel corso della visione della partita Inter Cagliari. Il problema è derivato dal fallimento del servizio di autenticazione fornito da un nostro partner esterno che non è stato in grado di risolvere velocemente applicando le previste procedure di backup, pur avendo ricevuto da parte di DAZN informazioni tempestive e collaborazione immediata. “Il nostro partner è attualmente al lavoro per risolvere una problematica che sembra coinvolgere più paesi a livello Europeo e stiamo investigando ulteriormente la natura del danno ed eventuali responsabilità”.

I problemi maggiori sono avvenuti qualche estate fa, all’inizio dell’avventura della piattaforma ott, poi le cose sono andate migliorando però qualche difetto ogni tanto c’è. Del resto con lo streaming è così: dipende dalla connessione personale, oltre che della propria città.

Proprio su questo molti club avevano dei dubbi, prima di assegnare i diritti televisivi della Serie A a Dazn. L’accordo è stato trovato, ma molte persone restano fortemente dubbiose. Trasmettere almeno 7 partite a giornata solo in streaming è “sostenibile” per la rete italiana oppure non siamo ancora pronti? In questi anni sono stati fatti passi in avanti e altri ne verranno fatti, anche grazie al calcio, ma la perfezione non si può avere, almeno per adesso. Per altro, proprio per questo, Dazn ha pronti due canali sul digitale terrestre, da usare come back-up nelle zone in cui il segnale internet è debole.

Una risposta a “Polemiche su #Dazn per i problemi tecnici durante #InterCagliari: siamo pronti allo streaming?”

  1. Un giornalista del Sole 24 ore twitta che DAZN ha scaricato le responsabilità su una società partner, mettendo il nome e, udite udite, è del gruppo Comcast, ossia i proprietari di Sky.
    Che sia partito il boicottaggio?

I commenti sono chiusi.