Tuttalativu.it

Presentati i palinsesti di Discovery per la prossima stagione: tante le novità!! Ecco un riepilogo dettagliato

In queste ore sono stati presentati i palinsesti di Discovery per la prossima stagione. Tante le conferme, altrettante le novità. Del resto il gruppo è in continua ascesa, con numeri importanti in ascolti e abbonamenti, tra free e pay, tv e streaming. Un’offerta multipiattaforma molto forte e competitiva. Allora andiamo a vedere un riassunto di quanto annunciato in conferenza stampa:

Si parte con le dichiarazioni. Alessandro Araimo: “In 12 mesi Discovery è cambiato tantissimo. I canali non sono mai stati in salute come oggi. Gli ascolti sono in crescita rispetto al 2019 grazie alla capacità di lanciare talenti e formati nuovi in un momento così difficile. Siamo attenti alle tematiche più importanti come la diversity e l’ambiente. Anche a livello commerciale i risultati sono in crescita rispetto al 2020 e al 2019. Siamo gli unici che possiamo dire che siamo in crescita rispetto al 2019. A gennaio 2021 abbiamo lanciato Discovery+ che è uno dei leader del mercato. In Italia è andato benissimo grazie ad un’offerta originale senza precedenti. Mostreremo ogni secondo delle Olimpiadi. Abbiamo sviluppato una strategia globale che ci renderà uno dei leader globali. Il sistema cresce in maniera organica e sinergica. Il nostro sistema crea valore per il nostro pubblico, per gli investitori pubblicitari, per i partner e per gli azionisti. E’ un sistema fatto per restare e per continuare a crescere”

Fabrizio Piscopo: “OTT complementare all’offerta lineare. E’ un periodo di grande crescita, grazie ai programmi. Abbiamo raggiunto punte di share del 9% tra i 25-54 anni. Abbiamo 49 milioni di spettatori che ci seguono ogni mese. Abbiamo totalizzato nel primo trimestre del 6% sul 2019 e del 33% rispetto al 2020. Continuiamo a crescere sulle Branded Solution. Discovery è proiettata al futuro. Siamo tranquillissimi per l’autunno perché il prodotto è inarrivabile. I programmi che mandiamo in onda sono unici e generano fidelizzazione”.

Laura Carafoli: “Per noi Discovery Way può essere rappresentato dalla continua voglia di andare avanti. Discovery+ ha triplicato le ore viste ed è diventato leader del mercato OTT. L’80% ha meno di 45 anni ed è femminile. Ci piace raccontare storie. Quest’anno ne racconteremo di più. I programmi italiani sono +30% rispetto all’anno scorso. Ci differenziamo dai competitor per come raccontiamo le storie e cosa raccontiamo. Pensiamo di intercettare i trend più nuovi e abbiamo voglia di sorprendere. Speriamo di sorprendervi ancora di più. Sappiamo coniugare bene il livello di produzione con una buona dose di ironia. La cosa più bella è che il nostro pubblico può dire che, dopo aver visto i nostri contenuti, ne è valsa la pena. L’esempio è Love Island: questo programma non è facile. Incarna la nostra voglia di osare. Ci sono 230 persone in Gran Canaria che lavorano per un reality interattivo. Love Island è il fenomeno dell’estate. Devo ringraziare Giulia De Lellis, da tutti definita una vera e propria conduttrice. Ha fatto benissimo il lavoro e siamo veramente felici. Sicuramente ci sarà una seconda stagione, il programma ha un enorme successo. E’ il più visto di sempre sulla nostra piattaforma, più del 50% dei sottoscrittori ha visto tutte le puntate”

“Novità: Back in time – Un amore da favola: si tratta di portare i ragazzi di oggi. Li portiamo nell’800 mettendosi alla prova con prove di vestiti, retorica, equitazione e tutte le attività della vita ottocentesca. L’obiettivo è quello di trovare l’anima gemella, ma senza tecnologia in supporto. Un altro programma che lanceremo la seconda stagione di Naked Attraction. La prima stagione è stata un successo. Arrivano le Olimpiadi di Tokio dal 23 luglio su Discovery+. Avremo più di 3000 ore a disposizione e fino a 30 feed in contemporanea. Da novembre avremo Drag Race Italia con Tommaso Zorzi. Insieme a lui: la Drag Priscilla e l’attrice Chiara Francini. Tommaso Zorzi ha un grandissimo talento per l’intrattenimento. A noi stimola tantissimo averlo su questo progetto e speriamo di poter lavorare ancora con lui con altri progetti. Racconteremo la vita di Elena Santarelli. Poi torna Social Family con Katia Follesa. Per finire arriva la docuserie Tony King, dal titolo Chiamatemi Tony King. Seguiremo la sua ascesa nel mondo della musica e la sua transizione di genere. Quest’anno su Discovery+ lanceremo 150 titoli Discovery Original”.

“Damiano Carrara è diventata una star su Instagram e sui social. Gli abbiamo dato un suo programma. Rarabaralla finché c’è dolce c’è speranza. Lo chef mette alla prova gli influencer come Tommy Cassi e Valeria Angione. Vi ricordate Clio Makeup? In 10 anni lei ha fatto tantissima strada. Torna con Clio Back Home. Non raccontiamo solo la sua vita, ma il suo family business. Vedremo lei, il marito, le figlie, Elena la cognata. Tornerà Undressed che è stato un grande successo. La cosa sorprendente è il numero di persone iscritte per fare i casting. C’è un grande ritorno. Arriva un nuovo programma Sex Lies & Chadia con Chadia Rodriguez che ci porterà in viaggio alla scoperta di risposte sul sesso. Con una chat aperta e un’esperta parleremo in tempo reale della riscoperta del sesso”

“Le novità di nove sono Il contadino cerca moglie (in estate su Discovery+ e in autunno su Real Time), che racconta l’innamoramento dal punto di vista maschile. Per otto settimane Gabriele Corsi sarà amico e confidente dei contadini scelti. Poi ci sarà Wild Teens – Contadini in erba: 6 puntate dove i ragazzi dovranno gestire una fattoria in piena autonomia. In access prime time portiamo Cash or Trash Chi offre di più, condotto da Paolo Conticini. A contendersi gli oggetti ci saranno cinque mercanti. Tra questi Roberta Tagliavini, che sarà la protagonista de La mercante di Brera”

Il canale Nove compie cinque anni: “Su target 25-54 Nove è diventato ottavo canale nazionale con il 2,4%. Anche l’access è arrivato al 3,3% di share. Confermiamo i programmi: Deal With It, Little Big Italy, Fratelli di Crozza, Accordi e disaccordi, La Confessione. Tornano i documentari Nove Racconta con titoli come Avamposti e con Nello Trocchia si parlerà della criminalità organizzata (si inizia con due puntate sui Casamonica). Tra i documentari lanceremo Il Celeste, su Roberto Formigoni, poi Children of the cult, prodotta dai colleghi inglesi, che racconta una setta che esiste da decine di anni. Livello produttivo altissimo e racconto che merita di essere visto”