Tuttalativu.it

#RaiSport verso la chiusura? Canale a rischio, la redazione rimarrebbe: ecco la situazione

In queste ore si sta paventando un ipotesi clamorosa riguardante la RaiRai Sport è a rischio chiusura. L’indiscrezione, riportata dal Fatto Quotidiano e confermata dall’Ansa, riguarderebbe solo il canale e non la testata giornalistica. Il tutto avverrebbe per razionalizzare e risparmiare, data la situazione economica dell’azienda. Il piano, tra l’altro, prevederebbe anche l’accorpamento di Rai 5 Rai Storia, la non-creazione del canale istituzionale e di quello inglese e la chiusura di alcuni tg/programmi.

Tornando allo sport, è importante ricordare come Rai Sport sia passata da 2 canali a 1 già qualche anno fa: prima c’erano Rai Sport 1 e Rai Sport 2 con diversi eventi, mentre adesso c’è un unico canale (Rai Sport + HD, canale 57), l’altro (Rai Sport, canale 58) è semplicemente una copia (in SD) del primo. Dunque un ridimensionamento già c’è stato.

La Rai in questi anni ha poi perso i diritti del Mondiale 2018 (andati a Mediaset), oltre ad altre competizioni importanti, tra cui anche la Champions League, persa clamorosamente due anni fa. Il CdR e l’Usigrai sono sul piede di guerra, vista la poca importanza attribuita allo sport. E di certo questa notizia non può far piacere, tanto per usare un eufemismo.

Nel caso ciò avvenisse, la testata giornalistica resterebbe e non verrebbe dismessa. La chiusura del canale sarebbe coerente col piano industriale della Rai, basato sui generi. Secondo l’azienda si può prescindere dalla corrispondenza tra generi e canali, come avviene per esempio per fiction e intrattenimento. L’obiettivo è di sfruttare i contenuti sportivi su più canali, con un’offerta molto variegata che coinvolgerebbe Rai 1 per i grandi eventi, Rai 2 che diventerebbe una rete sempre più a vocazione sport-intrattenimento e Rai Play.

Secondo i vertici questo piano sarebbe in linea con ciò che avviene negli altri Paesi, dove nessuna tv pubblica ha un canale dedicato allo sport. Per quanto riguarda i diritti tv, il CdA ha ritenuto non alla portata un’offerta per la Champions League, mentre è già in programma un’offerta per i Mondiali del 2022.