Tuttalativu.it

Ritorna la fiction su #Canale5: dal 27 novembre #ilsilenziodellacqua2 e dal 15 dicembre #fratellicaputo

Dopo quasi un anno di assenza, il genere fiction torna protagonista su Canale 5. Si riparte con due fiction molto interessanti e diverse tra loro: Il silenzio dell’acqua Fratelli Caputo.

Il silenzio dell’acqua è giunto alla seconda stagione, dopo gli ottimi ascolti della prima. Protagonisti confermatissimi sono  Giorgio Pasotti Ambra Angiolini. Un anno dopo, un duplice efferato delitto (madre e figlio) sconvolge la vita della comunità di Castelmarciano. Ogni personaggio coinvolto in questo giallo può avere un movente per il brutale omicidio. Alla coppia di vicequestori, Luisa (Ambra Angiolini) e Andrea (Giorgio Pasotti) il compito di scoprire la verità. Partenza prevista per venerdì 27 novembre (4 puntate). Regia di Pier Belloni. Altri personaggi:  Camilla Filippi, Fausto Maria Sciarappa, Barbara Chichiarelli, Stefano Pesce, Alessandro Cremona, Giulio Corso, Claudio Castrogiovanni, Riccardo Maria Manera, Silvia Degrandi, Stefano Alessandroni, Andrea Gherpelli, Gabriele Falsetta, Martina Gatti, Margherita Laterza, Giorgia Cardaci, Jessica Claudia Paun, Simone Secce, Miriam Guaiana, Pietro Belloni

Fratelli Caputo è una commedia, che vede protagonisti due volti molto conosciuti e amati: Nino Frassica Cesare Bocci. Alberto (Cesare Bocci) e Nino (Nino Frassica) sono i candidati sindaco di un paesino della Sicilia. Pur essendo fratellastri si fronteggiano senza esclusioni di colpi. Per molti anni si sono persi di vista, l’uno cresciuto al nord con una prestigiosa posizione, l’altro rimasto al paese di cui conosce tutto e tutti. Ora si ritrovano ad alloggiare nello stesso casale e la convivenza forzata farà riemergere antichi dissapori,gelosie e recriminazioni. Partenza prevista per martedì 15 dicembre (4 puntate).  Regia di Alessio Inturri. Altri personaggi: Sara D’Amario, Aurora Quattrocchi, Riccardo De Rinaldis, Giorgia Boni, Riccardo Antonaci, Giancarlo Commare, Anna Teresa Rossini, Carmela Vincenti, Francesco Guzzo, Andrea Vitalba.