Tuttalativu.it

Stasera, in seconda serata su #Rai1, il Premio Bellisario con diversi personaggi di spettacolo e sport

In video; il medico immunologo e co-fondatrice di Biontech Ozlem Tureci vincitrice del premio Marisa Bellisario. Roma 1 luglio 2021
ANSA/MASSIMO PERCOSSI

ANSA – Manager, imprenditrici, medici, scienziate, studentesse, giornaliste ma anche, nell’anno della vittoria degli Europei, le donne della nazionale calcio femminile. Il Premio Marisa Bellisario di quest’anno è dedicato alle donne al centro della ripartenza. È questo il messaggio del riconoscimento, alla 33/a edizione, “Donne che fanno la differenza”, che andrà in onda su Rai1 il 17 luglio in seconda serata.

L’evento, registrato il 1 luglio negli studi Rai Fabrizio Frizzi, sarà condotto da Laura Chimenti. Il primo del mese le vincitrici delle Mele d’oro di questa edizione sono state ricevute al Quirinale dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. L’iniziativa è stata presentata oggi dal direttore di Rai1 Stefano Coletta, dal vicedirettore Giovanni Anversa e da Lella Golfo, presidente della Fondazione Marisa Bellisario. La Commissione esaminatrice del premio, presieduta da Stefano Lucchini, ha decretato le vincitrici. Per la categoria Istituzioni, la Mela d’Oro va ad Antonella Polimeni, prima rettrice donna della Sapienza Università di Roma in oltre 700 anni di storia. Per il Management, a Elena Bottinelli, amministratore delegato Irccs Ospedale San Raffaele e Irccs Istituto Ortopedico Galeazzi. Riceve la Mela d’Oro all’Imprenditoria Maria Cristina Piovesana, presidente e amministratore delegato di A.L.F. Uno, nonché vicepresidente di Confindustria. Il Premio Speciale dedicato alla Cultura è assegnato a Silvia Calandrelli, giornalista e direttrice di Rai Cultura, mentre per l’Informazione è premiata Monica Mosca, direttrice da 15 anni del settimanale Gente. Il Germoglio d’Oro va alla giovane scienziata e ricercatrice Teresa Fornaro, prima e unica italiana scelta dalla Nasa per guidare uno dei tre gruppi di ricerca di Perseverance, la sonda arrivata su Marte.

Vince il Premio Speciale 2021 la Nazionale Italiana di Calcio Femminile. Infine, il Premio Internazionale quest’anno va a Özlem Türeci, medico e co-fondatrice di BioNTech, azienda farmaceutica e biotecnologica che ha sviluppato per prima al mondo il vaccino anti-Covid-19 e che ci sta facendo tornare alla normalità. Tureci ha fatto sapere tramite un video di cui è stata diffusa un’anticipazione di “essere molto orgogliossa di questo premio che porta il nome di Marisa Bellisario”.

“Questa 337a edizione – spiega Golfo – arriva dopo un periodo lungo e faticoso. Mesi complicati per tutti, soprattutto per le donne. Ora siamo a un punto di svolta. Ma per ripartire c’è bisogno anche di speranza”. Come ogni anno, il Premio Marisa Bellisario si avvale dell’adesione della presidenza della Repubblica e del patrocinio di alcuni ministeri. Golfo ha tenuto a ricordare le parole di Mattarella: “Le 585 ‘mele d’oro’ consegnate in 33anni sono non solo una bella storia, ma esprimono da un lato più che la rivendicazione di una autentica condizione di parità la consapevolezza che una effettiva parità tra i sessi fa crescere il nostro Paese e ne determina una crescita sociale ed economica. E sottolineano come sia in corso una forte crescita del ruolo femminile pur se non mancano ancora disparità e condizioni da rimuovere, emerse ancora più gravi durante la pandemia”. Il direttore di Rai1 ha sottolineato: “Dispiace che nel 2021 si debba ancora parlare di quote rosa o parità di genere. Ma purtroppo non solo a livelli dirigenziali, apicali, ma anche in tutti i settori la la diversità di trattamento ancora esiste, sia a livello salariale, sia nei momenti più delicati quando le donne devono far fronte alla maternità, esistono realtà discriminatorie. Auspico che sia sempre meno necessario ricordare la forza del talento femminile, quando si distingue per codice formativo e di valori”. Coletta siè anche detto orgoglioso per il riconoscimento a Silvia Calandrelli.

A consegnare le Mele d’Oro nel corso della cerimonia che vedremo su Rai1, personalità delle istituzioni, dell’economia, della comunicazione e dello spettacolo, tra cui i ministri Giancarlo Giorgetti e Cristina Messa, Stefano Lucchini, Maurizio Molinari, Elisabetta Belloni, Luigi Gubitosi, Gianni Letta, Emanuela d’Alessandro, Marco Alverà, Massimiliano Paolucci, Simonetta Iarlori, Maria Laura Garofalo, Anna Roscio. Tra gli ospiti musicali della serata ci saranno Al Bano, Ron e Chiara Galiazzo. L’evento sarà aperto da Lella Golfo con una clip per celebrare i 10 anni della legge sulle quote di genere, di cui è stata prima firmataria. (ANSA).