Tuttalativu.it

Stasera su #Focus mini-maratone dedicata al fenomeno degli asteroidi

Comunicato stampa – “Focus” – la rete tematica Mediaset dedicata alla divulgazione diretta da Marco Costa – sabato 4 dicembre, dalle ore 21.15, propone una mini-maratona di cinque ore interamente dedicata agli asteroidi – che cosa sono, qual è la loro origine, in che misura sono un pericolo, ma anche un’opportunità per noi terrestri -, seguita da uno speciale a cura di Luigi Bignami sull’argomento.

Un’occasione quanto mai attuale, in attesa che il prossimo 11 dicembre, 4660 Nereus – dal diametro di circa 330 metri e grande quanto la Torre Eiffel – passi accanto alla Terra. Pur non rappresentando alcun rischio per il Pianeta, l’asteroide è stato classificato come potenzialmente pericoloso dalla NASA, a causa della minima distanza della sua intersezione orbitale.

Il 24 novembre, intanto, a bordo di un razzo Falcon 9 di SpaceX, la NASA lancia la sonda DART (Double Asteroid Redirection), quale prima missione spaziale di difesa planetaria, per verificare e convalidare il sistema di modifica, tramite impatto, della rotta di un asteroide che metta a rischio la sopravvivenza del genere umano.

Il giornalista è divulgatore, quindi, alle 23.15 – dopo la prima visione assoluta di una serie di documentari a tema – dà conto delle ultime, importanti novità su questi corpi celesti.

Apre la serata, il primo episodio della terza stagione di Universo ai Raggi X, Asteroide alieno: gli scienziati hanno avvistato un misterioso oggetto, grande quando un grattacielo, che si aggira nello spazio. Da dove arriva? Rappresenta un pericolo per tutti noi?
A seguire, il terzo episodio della prima stagione di Universo ai Raggi X, Asteroidi: migliaia di asteroidi minacciano costantemente la Terra, perché troppo vicini. In Arizona, un team trascorre ogni notte a scansionare il cielo alla ricerca di massi critici.
In chiusura, il primo e secondo episodio della serie Asteroidi, nuovo orizzonte per l’umanità: gli asteroidi sono anche una risorsa. Nell’arco del prossimo ventennio, infatti, sapremo come ricavare minerali preziosi da queste enormi masse volanti.