Tuttalativu.it

Stasera su #Italia1 speciale #leiene dedicato a Mario Biondo: un suicidio inspiegabile

Le Iene sono pronte a tornare: dopo la consueta pausa estiva, domani e giovedì ci saranno i primi appuntamenti stagionali con il programma d’inchiesta. Intanto stasera ci sarà un appuntamento speciale, dedicato a Mario Biondo, il giovane morto in Spagna. Ufficialmente si tratta di suicidio, ma nessuno ci crede: né la famiglia né gli amici. Mario era un cameraman siciliano, deceduto nel 2013 a Madrid. Sono tanti i misteri e le anomalie però.
In questo appuntamento Cristiano Pasca, la Iena che in questi anni si è occupata del caso, ripercorre i momenti chiave della vicenda e presenta tutti i nuovi elementi e le testimonianze emerse fino ad oggi, in attesa che il prossimo 2 ottobre la Procura di Palermo decida sull’archiviazione definitiva del caso o sull’ulteriore proroga delle indagini.

La storia: Mario Biondo è il marito di uno dei volti più noti della tv spagnola, la bellissima Raquel Sanchez Silva. Raquel e Mario si sono conosciuti mentre lavoravano entrambi all’”Isola dei Famosi” spagnola. Lei come inviata e lui come cameraman. Sboccia l’amore e dopo circa un anno, il 22 giugno 2012, si sposano: una fiaba a lieto fine. Ma un anno dopo lui viene trovato morto. È il 30 maggio 2013, attorno alle 17 è la domestica a trovarlo impiccato nel salotto di casa.
La giustizia spagnola archivia subito il caso come suicidio, senza portare avanti alcuna indagine, ma i genitori di Mario non ci stanno e spingono le autorità giudiziarie italiane a riaprire il caso. I magistrati del Tribunale di Palermo trovano infatti molti elementi che sembrano incompatibili con il suicidio. Tra questi un’emorragia cerebrale che non ci sarebbe dovuta essere, la posizione del corpo completamente innaturale, dei segni sul collo, la forma del cappio e lo stato della libreria alla quale Mario era appeso.
La Iena Cristiano Pasca – che ripercorre tutta la vicenda giudiziaria insieme ai protagonisti – dichiara:
“Gli ultimi anni del mio percorso alle Iene li ho dedicati quasi interamente a questa storia. Facendo continuamente spola tra Palermo e Madrid… ho passato notti insonni ad analizzare documenti, studiare sentenze e perizie. Abbiamo fatto tutto questo non soltanto perché crediamo che Mario non si sia suicidato, ma soprattutto per cercare di donare un po’ di pace a una famiglia che da troppi anni sta aspettando delle risposte. La nostra indagine non terminerà con quello che vedrete il 5 ottobre ma continueremo a cercare”.
Queste invece le parole dell’autore dello speciale, Riccardo Festinese; “Della storia del “suicidio” di Mario Biondo ci stiamo occupando ormai da più di 2 anni. È una vicenda incredibile, un vero thriller che si sviluppa tra Palermo e Madrid e che ha rischiato di distruggere una famiglia… Ha solo “rischiato” perché i genitori di Mario sono persone incredibilmente forti, che hanno reagito colpo su colpo alle assurdità che si sono sentiti dire dalla Polizia Spagnola. Noi abbiamo ribaltato questa storia come un calzino, in tutte le sue possibili sfaccettature e oggi più che mai siamo convinti che Mario sia stato assassinato: le perizie, le testimonianze, le cose che abbiamo trovato quando siamo andati in Spagna… troppe cose non tornano. Ma come sempre noi non facciamo che raccontare, mostrare… poi sono altri che hanno la responsabilità di fare quel che c’è da fare”.
Comunicato stampa Mediaset