Tuttalativu.it

Svelati i venti concorrenti della nuova edizione di #BakeOffItalia: ecco chi sono! (prima parte)

Da venerdì 3 settembre prenderà il via la nuova edizione di Bake Off Italia – Dolci in forno, il cooking show in onda su Real Time (canale 31), di proprietà del gruppo Discovery. Alla conduzione ritroveremo Benedetta Parodi, mentre in giuria ci saranno ancora Ernest Knam, Cleila D’Onofrio Damiano Carrara.

Il tema di questa nona edizione è Cartoline dall’Italia e in queste ore sono stati svelati i venti concorrenti che si sfideranno a colpi di ricette. Noi ve li presentiamo in due parti, una oggi e l’altra domani. Ecco i primi dieci volti:

DANIELA, 29 anni, Foggia E’ una ballerina e insegnante in una scuola primaria a Milano. Ama la pasticceria e la danza e quando cucina non può fare a meno di ballare. Nel 2015 è stata nel cast di Amici di Maria De Filippi, ma non è riuscita ad arrivare al serale per via di un infortunio. Pensa di poter vincere perchè è molto competitiva, ma nella vita dice di essere un “pezzo di pane”.

EDOARDO, 28 anni, Sesto Fiorentino Studente di medicina e volontario del 118, sogna di diventare medico e di aprire una catena di pasticcerie a New York. Quando prepara i dolci usa anche gli strumenti del suo mestiere per essere preciso al millesimo. Per lui la pasticceria non è solo una passione, ma una carriera che vorrebbe intraprendere per far ricredere i suoi genitori.

ENRICO, 38 anni, Paderno Dugnano Lavora come fabbro e operaio metalmeccanico, ma è pronto a cambiare vita. Anche se sembra lontano dal mondo della pasticceria, appena ha un minuto libero ama stare in cucina e mettere le mani in pasta. È un grande appassionato di fitness.

GERARDO, 35 anni, Pignola Lavora a Milano in un laboratorio di biologia. Molto legato alla famiglia, grazie ai dolci ha riscoperto il legame con la madre, venuta a mancare quando era un ragazzino. Autoironico, creativo e amante delle arti, ha fatto parte di gruppi folkloristici, balla il tip tap, è stato direttore di coro e suona la tromba. Per lui la pasticceria è chimica, ma anche cuore.

GIACOMO, in arte Peperita, 38 anni, Milano Torna a Bake off dopo l’incidente avvenuto sotto il tendone lo scorso anno, che gli ha impedito di partecipare alla gara. Pugliese di nascita, vive a Milano dove è un impiegato di giorno e una drag queen di notte, quando si esibisce in esuberanti e divertenti spettacoli. Partecipa per diventare la prima drag queen pasticciera d’Italia e portare tutto il suo colore sotto il tendone.

GIUSEPPE, 69 anni, Reggio Emilia Nato in Sicilia, poi trasferitosi in Emilia Romagna, è un ex tecnico radiologo e ha lavorato per più di 40 anni in pronto soccorso. Appassionato di poesia, scrive versi in vernacolare che dedica alle persone a lui care e alla sua terra. Vuole dimostrare che anche un pensionato può essere un bravo pasticciere e che nella vita non si smette mai di imparare.

GLORIA B, 18 anni, San Michele al Tagliamento Studentessa, è cresciuta con uno scopo ben preciso: realizzare dolci. La pasticceria è il suo sogno e vuole partecipare a Bake off per dimostrare ai genitori che la sua è una passione reale. Ha fatto nuoto a livello agonistico e ammette di essere molto competitiva.

GLORIA P, 41 anni, Roma Client advisor, è unamamma single di due bimbe, che sognava di diventare una restauratrice. Nel periodo delle due gravidanze ha scoperto la pasticceria e soprattutto la pasta di zucchero. Per lei la decorazione dei dolci è fondamentale. Il suo scopo è convincere Knam ad aprire una pasticceria insieme a lei a Roma.

LOLA, 49 anni, Roma Nata in Siberia, da piccola si è trasferita in Ucraina. Cresciuta in una famiglia di ballerini, ha dedicato la sua vita al ballo in giro per il mondo, per poi trovare l’amore in Italia e trasferirsi a Roma. Ora si divide tra il lavoro come fitness trainer e i suoi impegni di mamma. La pasticceria la rilassa e quando cucina è come se meditasse.

LORA, 27 anni, Genova Palestinese di origini, è in Italia da 8 anni per studiare fisioterapia. Si è sempre sentita straniera a casa sua, per questo ha deciso di trasferirsi molto giovane. Avrebbe voluto assecondare la sua passione per la cucina, ma non ha avuto i mezzi per farlo. Il suo sogno è aprire una pasticceria in Italia dove proporre dolci con un mix di tradizione araba, ebraica e italiana.