Torna il consueto appuntamento con la maratona #Rai per #Telethon #facciamolidiventaregrandi

Comunicato stampa – Una maratona televisiva per sostenere la ricerca medica e cambiare l’esistenza per tante persone, soprattutto bambini. Rai si schiera anche quest’anno accanto alla Fondazione Telethon sostenendo la raccolta fondi sulle malattie genetiche rare: trasmissioni, programmi di intrattenimento e di approfondimento dall’11 al 18 dicembre spiegheranno il lavoro della Fondazione e ricorderanno il numero solidale 45510, con il quale donare mandando un sms o chiamando da rete fissa, per permettere ai ricercatori di continuare a studiare e migliorare la vita dei pazienti, soprattutto i giovanissimi.

E’ proprio pensando a loro che è stato coniato il claim #facciamolidiventaregrandi che caratterizza la 33° Maratona Telethon. Domenica 11 dicembre su Rai 1 “Uno Mattina in Famiglia”, condotta da Tiberio Timperi, Monica Setta e Ingrid Muccitelli, sarà la prima trasmissione a occuparsi di Telethon e ad accendere il numeratore, che visualizzerà in tempo reale il valore delle donazioni e resterà acceso fino a fine campagna. Alle 9.40 primo lancio della maratona dallo studio centrale, al quale su Rai 1, Rai 2 e Rai 3 verrà passata la linea in varie finestre durante le giornate di giovedì 15, venerdì 16, sabato 17 e domenica 18. Ad alternarsi nella lunga maratona, più di 21 ore di diretta, saranno: Tiberio Timperi, Paolo Belli, Arianna Ciampoli, Eleonora Daniele, Benedetta Rinaldi, Veronica Maya, Vira Carbone, Elisa Isoardi, Flavio Insinna, Roberta Morise, Anna Falchi, Salvo Sottile, Giuseppe Calabrese, Paola Perego, Simona Ventura.

Tutti gli spazi della programmazione Rai dedicati alla maratona Telethon saranno disponibili su piattaforma RaiPlay all’interno della sezione https://www.raiplay.it/programmi/telethon in cui sono anche pubblicate in esclusiva le brevi clip divulgative “Le tracce del Dna”. Anche l’informazione Rai sarà in prima linea per aiutare Telethon: tutte le testate tv e radio con i telegiornali, i giornali radio e le rubriche di approfondimento si impegneranno a raccontare e spiegare la ricerca scientifica, le storie dei pazienti e cosa fa Fondazione Telethon sul territorio. Da ‘cassa di risonanza’ farà anche Rai Italia nei cinque continenti anche attraverso il programma ‘Casa Italia’, condotto da Roberta Ammendola.
Radio Rai sarà la voce di Telethon, con 50 spazi editoriali dedicati tra programmi, puntate speciali, giornali radio, profili social e podcast: i 12 canali di Rai Radio uniti nello sforzo di ricordare quanto sia importante donare. Durante la settimana 700 Segnali Orari verranno resi speciali per Telethon: a ricordare il numero per le donazioni, il 45510, saranno le voci di Thomas e Gueda, rispettivamente 15 e 11 anni, curati tra il 2018 e il 2017.

Isoradio dedicherà numerosi spazi alla ricerca di Telethon con testimonianze di medici e ricercatori RaiPlay Sound rilancerà il podcast “Telethon dietro le quinte”, 6 puntata con la voce dell’attore Stefano Fresi, un viaggio dietro le quinte per conoscere meglio questo progetto collettivo di solidarietà e ricerca che da oltre trent’anni rappresenta un patrimonio del no-profit italiano. Una luce accesa su chi ha fatto crescere la maratona Telethon anno dopo anno, che sia un volto noto o qualcuno che nell’anonimato ha dato il suo significativo contributo. Radio Techetè dedicherà a Telethon lo Speciale “TechetecheTelethon”, a cura di Edoardo Melchiorri, che racconterà il rapporto fra Rai e Telethon ripercorrendo i primi anni di questo esperimento di comunicazione e divulgazione scientifica.
Durante la settimana andrà in onda sulle reti Rai e su RaiPlay il diciassettesimo cortometraggio promosso da Rai Cinema per Telethon, dal titolo “Mio figlio”, con la regia di Mauro Mancini e realizzato da Movimento Film con Rai Cinema per Fondazione Telethon. Il soggetto e la sceneggiatura sono di Chiara Laudani e Mauro Mancini, con aiuto regia di Marcello De Archangelis. È un dialogo tra due papà, con Paolo che ripercorre con coraggio e delicatezza ogni tappa del viaggio verso la cura per suo figlio: il sistema immunitario del piccolo Fabio che non funziona, la scoperta della malattia, la speranza nella terapia genica a Milano messa a punto dai ricercatori Telethon, unica alternativa al trapianto di midollo, per il quale non c’è un donatore compatibile.

La paura e le difficoltà, fino alla notizia più bella: la terapia sta funzionando e Fabio può diventare grande e guardare al futuro, come ogni bambino ha il diritto di fare. L’Opera è stata realizzata con il sostegno della Regione Lazio – Fondo Regionale per il cinema e l’audiovisivo. per tutti gli approfondimenti aprire il link del NewsRai dedicato.