Tuttalativu.it

Scova il format #1: World of Dance. In una tv incapace di rinnovarsi, ecco una carrellata di format provenienti da tutto il mondo

Scova il format #1: World of Dance

Scova il format 1: World of Dance

A cura di Prisco – La TV italiana è sempre più stantia, sottomessa a format di grande successo, che riescono ancora a far breccia nel cuore dei telespettatori dopo diversi anni di programmazione (Grande Fratello, Amici, Ballando con le stelle), incapace di rinnovarsi. Negli ultimi anni sono stati pochi i format di successo scovati dai network televisivi italiani più importanti. Ciò ha comportato l’utilizzo sempre più sfrenato di programmi per produrne poi spin-off.

L’ultimo caso risale alle scorse settimane con il debutto di The Voice Senior su Rai1. In una TV sempre più povera di novità, è anche la curiosità del pubblico ad affievolirsi. È per questo motivo che, oggi e per altri appuntamenti, andremo a scovare format televisivi potenzialmente “interessanti” per il mercato italiano. Oggi vi proponiamo un primo show della NBC americana, dal titolo “World of Dance”. Trattasi di un talent show sul ballo prodotto dalla rete NBC a partire dal 2017.

Scova il format 1: World of Dance

In America i veri e propri protagonisti dello show sono i giudici, tra i quali ritroviamo persino Jennifer Lopez. Lo show è una vera e propria competizione di danza con concorrenti provenienti da tutto il mondo. I talenti si sfidano affrontando le cinque fasi del programma: le qualificazioni, i duelli, il taglio, le finali di categoria e il Gran Finale. Il Montepremi finale consiste in 1 milione di dollari. Il programma è già sbarcato in altri quattro paesi del mondo, riscuotendo un buon successo soprattutto nelle Filippine e in Thailandia.

Secondo voi, un programma come questo, avrebbe chance anche nel nostro Paese? Riuscirebbe a superare persino l’ostracismo dell’avvocato di Milly Carlucci? Riuscirebbe ad adattarsi alle prime serate monstre a cui la nostra televisione ci ha ormai abituato? A Voi l’ardua sentenza per rispondere a queste e ad altre domande, come di consueto nell’area commenti.